Oggi è l'ultimo giorno di Cersaie 2016, tra poche ore si chiuderà il sipario su questa grande manifestazione legata al mondo della Ceramica, dell’Architettura e dell’Arredobagno. Anche noi di ArreCasa siamo andati in prima persona a questo importante evento.

cersaie racconto 1Abbiamo fatto una full immersion, per capire le novità che questo settore ha da offrire.
È stata una giornata molto impegnativa, ma piena di grandi soddisfazioni. Ma soprattutto ... ci siamo divertiti, perché c'è da dire che il bello di Cersaie è che ti fa sentire a casa!

Come per il Salone del Mobile, anche la nostra giornata bolognese è iniziata di buon’ora. Alle 9:15 è cominciata la nostra "passeggiata" per i padiglioni.

È stata una giornata piena di foto, per immortalare stand che sembravano delle vere e proprie opere d’arte! Alcune aziende si sono davvero superate, offrendo l'opportunità di ammirare i loro prodotti all'interno di grandi ambientazioni che permettessero al visitatore di capire il potenziale delle loro proposte.

La cosa però più importante è che abbiamo conosciuto aziende appassionate del loro lavoro, che propongono prodotti non solo di design ma anche di qualità, con una grande attenzione all'utente finale.

Il primo stand che abbiamo incontrato è stato quello di Huber – Cisal, che avevamo già notato a Milano. Un'addetta dell'ufficio stampa ci ha fatto da guida per mostrarci le ultime novità di quest'anno. 

Abbiamo avuto così la possibilità di ammirare il top di gamma della tecnologia delle rubinetterie. Siamo rimasti affascinati dal desiderio di questa azienda di proporre non solo prodotti altamente tecnologici, ma soprattutto che pongono la massima attenzione alla sicurezza in casa, particolare non da poco, anzi di estrema importanza.

Abbiamo proseguito il giro e siamo entrati nello stand di Treesse! Ecco, qui hanno dovuto portaci via con la forza! C’erano delle vasche idromassaggio da sogno, talmente belle che ci sarebbe piaciuto provarle lì per lì, in diretta insomma! Se solo avessimo avuto con noi un bel costume da bagno .... 
Abbiamo poi ammirato gli stand di altre aziende che proponevano saune di ogni grandezza possibile, bagni turchi, docce comodissime e futuristiche con getti d'acqua enormi, perfino a cascata, rubinetti di ultima generazione dal design vintage o moderno, insomma tutte le ultime novità sul mondo dell’arredo bagno.

cersaie racconto 2Girovagando per gli stand poi all’improvviso siamo tornati bambini con i bagni proposti da Ponte Giulio. Micro wc, lavandini e misura di bimbo e rubinetti che ricordavano il mondo delle fiabe!

Tra i big ospiti a Cersaie 2016 c’era anche Scavolini, che già da qualche tempo sta proponendo con grande successo l’arredo bagno. Scavolini propone spazi adatti a tutti i gusti. Per i più minimal ed essenziali c’è la collezione Ki, per i più industrial la collezione Diesel.
La zona che ci ha colpito di più però di questa storica azienda, soprattutto perché è il sogno di tutte le donne, è la Laundry Space! È una zona "lavanderia" super organizzata, dove davvero stirare e fare il bucato è un piacere!

Dopo un paio d'ore di novità su arredo bagno e rubinetterie, abbiamo cambiato area e ci siamo diretti verso il padiglione 22. La prima azienda ad accoglierci è stata Xilo1934. Abbiamo avuto il piacere di conoscere i titolari, che ci ha mostrato le ultime novità di quest’anno. Xilo1934 è leader della produzione di parquet 100% made in Italy, il loro punto forte è il parquet di design, di cui Xilo1934 è primo creatore. A Cersaie 2016 hanno arricchito la loro già vasta gamma di parquet decorato e hanno proposto delle nuove linee. Rigatoni, Maioliche e Portofino, sono i nuovi prodotti di quest’anno. Dedicheremo a questi uno speciale, ma vi possiamo anticipare che dal vivo sono incredibili! Non solo, lo stand era veramente ben fatto e carino, sinonimo di quanto Xilo1934 tiene ai dettagli!

Sempre nello stesso padiglione abbiamo ammirato altri pavimenti in legno di ogni tipo. Da quelli che si ispiravano alla sartorialità italiana di Original Parquet, ai parquet magnetici di Gazzotti. C’erano pareti in legno, decking, il top di gamma dei migliori produttori dell’arredamento in legno.

Poi improvvisamente siamo stati catapultati nel vastissimo mondo delle ceramiche, il cuore della fiera di Cersaie. Inutile dire che anche abbiamo visto di tutto: aziende che mostrano in ogni dettaglio il solido rapporto con l’arte che sia essa italiana, contemporanea, o ispirata all'antica Grecia. I nostri occhi erano ormai pieni di tanti colori e svariate forme!

cersaie racconto 3In questo settore siamo rimasti incantati, ad esempio, dallo stand delle Ceramiche Bardelli. Impossibile descrivere in poche righe l’eleganza e la raffinatezza dei prodotti di questa azienda. Vedere dal vivo le loro collezioni ha confermato quello che pensiamo di questa azienda e dei loro favolosi prodotti. Anche delle loro novità parleremo più avanti!

Dopo una breve e affollata pausa per il pranzo, abbiamo continuato il nostro giro, un po' stanchi ormai, ma spinti da una infinita curiosità e, soprattutto, dal piacere di vedere tanta bellezza.
Impossibile elencarvi tutto quello che abbiamo visto, molte foto le abbiamo postate sul nostro profilo Twitter e Facebook!
Abbiamo fotografato pavimenti in legno che sembravano ceramiche e pavimenti in gres che sembrano di legno. Ancora gres che replicavano le texture dei tessuti o le ceramiche fatte a mano. Tutto e il contrario di tutto!

E poi le zone dedicate al lusso, con preziosi mosaici e magnifiche lavorazioni ... private!
All'improvviso ci siamo trovati nello stand di Porcelanosa dove protagonista assoluta era la collezione disegnata dalla bravissima Zaha Hadid! Curiosi di saperne di più? Nessun problema, ve la racconteremo nel dettaglio! 

Ai nostri occhi Cersaie 2016 è piaciuta davvero tanto, ai nostri piedi un po’ meno! Ma eravamo pronti alla fatica!
Siamo tornati in redazione carichi di idee e notizie, che condivideremo con voi nelle prossime settimane!