programmi tv arredamento

Ormai, in televisione si trova di tutto, ma quello che va per la maggiore, soprattutto negli ultimi anni, sono quei programmi tv legati all’arredamento e alla ristrutturazione.


I capostipiti di questo genere di programmi sono stati gli americani (degli Stati Uniti, ovviamente). Avete mai visto Extreme Makeover su La5? O Fratelli in affari su Cielo? Ecco questi sono i più famosi d’oltreoceano. In Italia è poi arrivata la super Paola Marella, che su Real Time è diventata la regina dei programmi tv arredamento.

Quello che però più di tutti lascia senza parole è Extreme Makeover Home Edition. In America questo programma non viene più trasmesso, ma in Italia va ancora per la maggiore e qualche anno fa hanno provato a fare anche la versione italiana, che però non ha avuto una grande fortuna.
Gli episodi si svolgono più o meno così: c’è un presentatore che con una telecamera e un martello (Ty Pennington) sceglie una famiglia bisognosa. Più la famiglia ha problemi, più ha una casa ai limiti della vivibilità … e quindi in una settimana le viene costruita una casa che farebbe invidia ad una star di Hollywood.
Ty Pennington urla per tutta la puntata. Con lui lavora una equipe di architetti e designer dai denti bianchissimi e dagli occhi sempre pieni di lacrime. L’aiuto più grande arriva da una società di costruzione che si prende l’incarico e dalle persone del posto che danno una grande mano.
E’ davvero impressionante! In una settimana demoliscono la vecchia casa e consegnano chiavi in mano una nuova abitazione con trecento stanze, tutte arredate nei minimi dettagli e con addirittura il frigo pieno di cibo o la dispensa piena di pasta e leccornie!
Sono sempre abitazioni da urlo, che farebbero invidia a quella di Madonna o a quella di Britney Spears! Hanno la piscina, televisori ed elettrodomestici di ultima generazione … hanno veramente tutto! Non importa se piove, se nevica, se ci sono 50° gradi all’ombra, loro in una settimana riescono a costruire una super casa!
Qualche anno fa Canale 5 ha proposto la versione italiana, che però non è decollata, secondo me per svariati motivi. Questa volta la presentatrice urlante con la telecamera e il martello era Alessia Marcuzzi, che non ha il tono di voce di Ty Pennington, e nemmeno i suoi bicipiti e i suoi addominali.
Non solo. Qui in Italia per costruire una casa nuova ci sono mille problemi, cavilli burocratici, permessi, non è che puoi demolire una casa e in una settimana farne una nuova! Non solo, se fai una casa più grande, ci devi pagare l’Imu! Se queste famiglie sono bisognose, non è che gli fai un favore, anzi! Poi come la mantengono? Questa è la grande domanda a cui non ho trovato risposta! Voi me la sapreste suggerire?