things i like today, claudia de luca

Abbiamo fatto una bella chiacchierata con Claudia de Luca un architetto che lavora come web designer. Claudia è una persona spumeggiante ed attratta dalle novità, ecco perché ha deciso di aprire il blog Things I Like Today. Qui si trovano tutte le novità e i trend che Claudia riesce a trovare in "rete" e non solo. Dal design, all’arte, dalla fotografia all’architettura, un contenitore stimolante, sempre aggiornato e di grande interesse.

Claudia parlarci un po’ di te: quali sono i tuoi interessi e le tue passioni?
Ho sempre amato il mondo del design e delle arti visive in tutti i suoi aspetti,  dall'architettura all'arredamento, dall'arte alla grafica, dalla fotografia al cinema. Tutto quello che è “visual” per me è affascinante e ogni giorno mi accorgo che c'è sempre qualcosa di nuovo e bellissimo da scoprire. La bellezza mi fa stare bene, è uno stimolo per progredire e migliorare e mi piace ricercarla ovunque, in un oggetto di arredamento, nella copertina di un disco, in una foto, in un lettering che ispira...

thingsiliketodayCome è nato Things I like Today?
Things I Like Today è un'idea nata gradualmente. Mi piaceva condividere con gli amici su Facebook tutte le cose che trovavo interessanti: architetture sbalorditive, mobili di design, poster dalla grafica originale... Inizialmente era solo una pagina Facebook ma col passare del tempo mi stava sempre più stretta e così nel 2012 ho aperto il mio blog . In questo modo sono libera di raccontare in modo più approfondito tutto quello che mi piace e condividerlo con un pubblico più ampio. E' bello sapere che ci sono tante persone con le mie stesse passioni e i loro commenti e il loro apprezzamento sono una grande soddisfazione per me.

Sei un architetto, ma lavori come grafica e web designer: quanto la tua formazione influenza il tuo lavoro?
Come diceva Louis Sullivan, l'architetto statunitense padre del Movimento Moderno, "La forma segue la funzione" e io mi sono sempre rispecchiata in questo concetto.
Quando ho scelto Architettura all'università l'ho fatto perchè adoravo materie come la Storia dell'Arte, le opere dei grandi architetti o il disegno ma allo stesso tempo mi incuriosivano gli aspetti tecnici dell'architettura, il "come è fatto":  la statica, l'illuminotecnica, la tecnologia dei materiali...Questo tipo di formazione multidisciplinare sicuramente mi aiuta ancora oggi a coordinare la mia parte creativa con la mia parte razionale. E' sempre importante trovare una mediazione fra i due emisferi del cervello per arrivare a produrre un risultato bello esteticamente ma anche funzionale, usabile ed efficace.

Il tuo blog è molto ricco di argomenti, parli di architettura, fotografia, arte, design ... dove trovi ispirazione per i tuoi post?
A causa del mio lavoro di web designer sono sempre al computer e spesso mi distraggo navigando in rete...  sono molto curiosa e quando leggo un articolo interessante mi viene voglia di approfondire. Così, di link in link, molte volte mi imbatto in qualcosa di totalmente inaspettato che mi fa scattare la scintilla e l'idea per un nuovo post. Ma l'ispirazione può arrivare anche da un libro, da un film, da una mostra...  Non ho un piano editoriale predefinito. Come dice il titolo stesso del blog, Things I Like Today, racconto ciò che mi piace giorno per giorno, senza programmare.

Qual è lo stile di arredamento che più preferisci?
Adoro gli ambienti luminosi e colorati e mi piace lo stile minimal nordico ed essenziale, con la presenza del legno chiaro che rende la casa accogliente e rilassante. L'importante è che l'arredamento rifletta la personalità di chi ci vive. Per questo adoro personalizzare l'arredo anche attraverso elementi contrastanti. Sono irresistibilmente attratta da oggetti “barocchi” e un po' folli che con la loro eccentrica personalità possono diventare un fulcro visivo, ma attenzione a non esagerare, spesso basta un solo oggetto a vivacizzare una stanza. Poi non può mai mancare l'attenzione alle pareti, ad esempio utilizzando delle stampe astratte per dare quel tocco di colore che non guasta mai.

Quali sono stati i trend del 2016 nel settore dell’Interior Design?
Uno dei trend più interessanti secondo me è quello delle carte da parati personalizzabili e dei rivestimenti per le pareti tridimensionali.  Le pareti spesso sono viste solo come uno sfondo per l'arredamento mentre sono elementi fondamentali nell'interior design e possono davvero trasformare l'aspetto di una stanza. Le nuove tecnologie consentono di creare dei rivestimenti assolutamente unici completamente customizzati e questo è fantastico. Un altro trend da seguire è quello dei colori Pantone. Sono una vera fonte di ispirazione e ad ogni stagione ci danno indicazioni preziose sulle tendenze per rendere più bella la casa.

Ringraziamo Claudia per la disponibilità e professionalità con cui ha risposto alle nostre domande. Se volete scoprire qualche cosa in più su di lei vi aspetta sul suo blog Things I Like Today