Parliamo con Lorenzo Magi un giovane architetto pieno di talento.

Lorenzo si è laureato e abilitato a Firenze ed ha fatto del suo lavoro il fulcro della sua vita: lo fa con entusiasmo e creatività cercando di migliorare e crescere continuamente.
Come altri architetti, tra un progetto e l’altro, Lorenzo ha bisogno di raccogliere le idee e appuntare spunti e soluzioni. Ecco che è nato il suo blog, dove si percepiscono l’attenzione al dettaglio e la precisione, tipici di questa straordinaria professione.
Passiamo ora la parola a Lorenzo per poterlo conoscere meglio.

Lorenzo, raccontaci qualche cosa di te: quali sono le tue passioni e i tuoi interessi?
render1Sono una persona molto dinamica, difficilmente faccio una cosa alla volta: mi è sempre piaciuto mischiare attività e impegni diversi nello stesso periodo di tempo. Questa tendenza per me è di vitale importanza perché mi porta costantemente a testarmi in più campi, ad apprendere ed a crescere. Il mio interesse principale, l'architettura e il design d'interni, è diventato per fortuna anche il mio lavoro. Credo fortemente che lavorare con la propria passione riesca a fornire quella marcia in più anche verso i clienti, che sentono di essere seguiti da una persona che ama quello che sta facendo.
Altre due grandi passioni segnano la mia vita ormai da molti anni: la fotografia, che mi accompagna anche nella mia professione e mi aiuta a vedere le cose da altri punti di vista, e lo sport, che da piccolo mi ha fatto avvicinare al mondo del basket.

Quando ti sei avvicinato all’Architettura e al Design?
Nasco in una famiglia in cui questi argomenti sono stati trattati fin da quando ero piccolo, per questo penso che la mia inclinazione sia stata naturale. Crescendo, però, ho intrapreso il mio percorso e ho sviluppato la mia visione personale: la passione per il design deriva sicuramente dagli anni universitari, in cui la ricerca continua di una mia identità, all'interno di una professione così ampia, mi ha portato ad amare questa materia.

Come è nata l’idea di aprire un blog legato all’Interior Design?
Il blog nasce insieme alla volontà di intraprendere la libera professione. E' una specie di lavagna dove appunto le idee che sfrutto anche per i miei lavori: scrivere aiuta a sottolineare meglio certi argomenti, che possono essere molto utili anche per i lettori. Il blog va di pari passo con l'idea di una ricerca continua, che permette anche a me di crescere come professionista ed alzare la qualità nei confronti dei miei clienti.

Quali consigli puoi darci per rendere una casa calda ed accogliente?
Una casa dovrebbe sempre rispettare la personalità di chi la abita, per questo è sempre complicato fornire delle soluzioni standard. In linea di massima posso dire che personalmente prediligo l'utilizzo di materiali naturali come il legno o la pietra, che aiutano a fornire un senso di accoglienza e di calore per chi li vive. Anche l'utilizzo del colore aiuta a caratterizzare l'ambiente in cui viviamo e, nelle giuste tonalità, a rendere l'ambiente più accogliente e confortevole. Naturalmente bisogna saper dosare il colore e usarlo nel modo giusto, per non creare delle tinte slegate e distaccate dal disegno generale della casa. Io amo molto le tonalità pastello che, anche nelle gradazioni più fredde, aiutano a rendere gli ambienti in cui viviamo piacevoli e accoglienti. Fondamentale, a mio parere, è lo studio dei dettagli e dei complementi d'arredo, in quanto sono loro a dare l'impronta finale alla casa, e delineare quello che è un buon progetto.

Scandinavo, minimal, Shabby Chic … quali stili prediligi?
Sono un grande amante dello stile scandinavo per la sua capacità di creare ambienti molto accoglienti, anche con tonalità neutre e, ad un primo impatto, fredde. Lo uso e lo propongo spesso, come base di partenza, per poi strutturare il progetto sulle reali esigenze e preferenze delle persone. Contaminare tra loro diversi stili, naturalmente in modo equilibrato e studiato al dettaglio, può essere molto interessante per donare personalità e unicità alla casa. Anche lo stile Shabby Chic può essere molto interessante, in quanto caratterizza molto e dà personalità ad un ambiente, unendo il recupero dei vecchi arredi con i nuovi e creando un’atmosfera unica. Resta comunque difficile da proporre ai clienti per il suo carattere molto deciso e per la difficoltà a tornare facilmente indietro, una volta intrapresa questa strada, nel caso ci siano dei ripensamenti.

Che tipo di approccio hai quando un cliente ti chiede di rinnovare la sua abitazione?
Guidare i clienti è un procedimento molto complesso, che richiede anche una certa predisposizione alle relazioni interpersonali. Quando il cliente viene per la prima volta tende a fornire tante indicazioni, spesso molto confuse tra loro: bisogna quindi aiutarli ad essere consapevoli delle loro reali esigenze. E’ fondamentale chiarire da subito le intenzioni (stabilire il budget e di conseguenza il tipo di intervento possibile) e indagare sulle abitudini, per avere fin da subito un quadro generale molto delineato, dove potersi muovere al meglio, senza rischiare di perdere tempo inutilmente. Altro fattore che ritengo importante è il rapporto confidenziale che si deve venire a creare: il cliente si deve fidare dell’architetto e affidarsi a lui in certe situazioni, pur avendo sempre la prima voce in capitolo per tante scelte.

Come scegli gli argomenti da inserire nel blog? Segui i trend o ti rifai ad inclinazioni personali?
Scelgo sempre argomenti strettamente legati ai lavori del momento, che possono essere utili anche per chi legge. Mi porto sempre dietro un quaderno nero, dove appuntare idee e dubbi che mi si pongono nella routine quotidiana; spunti che spesso si trasformano anche in articoli. Il blog non è altro che un taccuino online, usufruibile, e spero utile, anche per chi ha dubbi riguardo certi argomenti, sempre con una visione strettamente personale su tutto quello che tratto.

Che consiglio vuoi dare ai nostri lettori che cercano degli spunti utili per rinnovare la loro abitazione?
Il primo consiglio che mi sento di dare è quello di fare tante ricerche e leggere tanto, per avere un’idea minima di dove volete andare. Il secondo consiglio è quello di affidarvi sempre ad un professionista, anche per una piccola consulenza, che saprà certamente riordinare al meglio i vostri spunti e indirizzarvi in tutte le vostre scelte, facendovi anche risparmiare. Un bravo architetto, infatti, sarà in grado di individuare subito gli interventi necessari e quelli superflui e sarà in grado di evitare errori, dai quali sarà poi difficile e molto costoso tornare indietro. Tutto questo vi farà non solo risparmiare, ma vi permetterà di aumentare il valore della vostra casa.

Ringraziamo Lorenzo per la professionalità con cui ha risposto alle nostre domande e speriamo di poterlo incontrare nuovamente presto.
Se volete conoscere più da vicino questo talentuoso architetto, lo trovate su sito Lorenzo Magi. Architettura & Design d’interni.