Abbiamo avuto il piacere di parlare con Martina, una design blogger che vive e lavora a Londra. Martina lavora per importanti compagnie e come svago "personale" ha deciso di aprire un blog legato al mondo del design, "A Designer at Heart", uno spazio virtuale che è anche un supporto per il suo lavoro.
Passiamo la parola a lei così potete conoscerla meglio! 

A Designer At Heart 01Martina raccontaci qualcosa in più di te:  sei laureata in Ingegneria all’Università di Catania e hai conseguito un Master in Interior Design al Politecnico di Milano. Come riesci a far convivere le tue due anime, quella precisa dell’ingegnere e quella creativa dell’Interior Designer?
In realtà l’anima creativa dell’interior designer ha preso prepotentemente il sopravvento! Da quando mi sono laureata infatti ho solo cercato collaborazioni con studi di design. La scelta di studiare ingegneria è stata dettata da più fattori (non tutti sotto il mio controllo) e dentro di me ho sempre saputo che le qualifiche tecniche sarebbero state solo delle conoscenze extra a supporto del mio lavoro.
Una parte di me però è sempre stata tendenzialmente pignola quindi l’anima da ingegnere viene a galla in questo modo, raccomandandomi di essere organizzata, efficiente e di non sottovalutare mai i dettagli!

Come è nato A Designer at Heart?
A Designer At Heart nasce dalla voglia di ritagliare un mio spazio personale al di fuori del lavoro in ufficio. Collaborando con grosse compagnie negli ultimi 3 anni  sono arrivata alla conclusione che il contesto aziendale non mi rende felice; in quell’ambiente ho imparato a velocizzarmi, a rispettare le scadenze, ad essere flessibile e mettere le esigenze dei clienti al primo posto; la competizione è alta e la pressione si fa sentire quindi spesso ho avuto bisogno di prendermi una pausa ed evadere nel web. Ho scoperto un mondo virtuale in cui si discute di design per tenersi aggiornati e condividere le proprie idee, e ho intuito che quella poteva essere l’occasione per tirare fuori la mia voce senza riserve. Ho chiesto consiglio al mio ragazzo Riccardo che mi ha supportata da subito e ha suggerito il nome del blog e da quel momento ho iniziato a lavorare senza sosta per trasformarlo in realtà. Di recente ho fatto un passo avanti riducendo la mia collaborazione con lo studio di interior design a soli 3 giorni a settimana; è stata la miglior decisione che potessi prendere e amo avere del tempo da dedicare esclusivamente al blog!

Hai lavorato a Pechino, Milano, Bologna e ora sei a Londra. Quanto hanno influito queste diverse città nel tuo percorso professionale?
Sono state tutte determinanti; si può dire che la mia esperienza professionale sia stata plasmata dalla mia vita itinerante degli ultimi 4 anni. Ogni città mi ha regalato un’esperienza speciale che è riuscita a darmi la spinta per ricominciare da zero nella città successiva. Milano è stata la città della formazione, Bologna delle prime esperienze impacciate. Pechino mi ha regalato il mio primo vero lavoro e un bagaglio di esperienza personale irripetibile. Londra è uno dei miei amori da sempre e dopo 2 anni ancora continua a darmi grandi soddisfazioni.

Che differenza c’è nel tuo lavoro in Italia e a Londra?
La differenza principale, per quanto triste sia doverlo dire, è che a Londra sono stata pagata da subito in cambio del mio lavoro; in Italia ho faticato per trovare stage non retribuiti.
Ma al di là della questione economica, una differenza che ho notato è che in Italia si aspira ad avere la più vasta gamma di conoscenza possibile mentre in Inghilterra i professionisti hanno la tendenza a specializzarsi in un campo. Io, pur condividendo la curiosità per ogni aspetto del processo costruttivo, simpatizzo per il modello anglosassone: a me piace l’architettura di interni e sono felice di lasciare i calcoli strutturali agli altri ingegneri!

Nel blog non tratti solo di architettura e design, ma anche di arte. Dove trovi ispirazione per i tuoi post?
Questa è una domanda facile: trovo ispirazione potenzialmente ovunque! Amo visitare musei e qua a Londra l’offerta è incredibilmente vasta: girovagando per una mostra trovo sempre almeno un’opera che mi dia uno spunto di riflessione. Quando possibile mi piace scriverne.

Che consiglio vuoi dare ai nostri lettori che cercano qualche idea originale per arredare la loro casa?
Prendete le distanze dalle mode del momento e cercate di manifestare la vostra personalità nell’ambiente che vi circonda. Lavorate con ciò che avete e rendetelo più funzionale; si comincia sempre con una bella ripulita! Per il resto prendete spunto dal web: Pinterest è un eccellente contenitore di idee e noi blogger siamo felici di condividere ciò che sappiamo. Siate curiosi e arredare casa sarà uno dei percorsi più divertenti che possiate immaginare. E se vi servisse aiuto fate un salto sul mio blog per richiedere una consulenza online, insieme sarà ancora più divertente!

Ringraziamo Martina per la disponibilità con cui ha risposto alle nostre domande. Se volete seguire le ispirazioni sul Design di Martina, vi aspetta su A Designer at Heart!