Abbiamo parlato con Nina la blogger di "The Morning Mood" dove si leggono utili consigli sul Design, la moda e il food. Nina è una persona vulcanica e piena di idee e il suo blog è proprio lo specchio di questo suo atteggiamento positivo.
Ecco cosa ci ha raccontato!

Nina, parlaci un po’ di te: quali sono le tue passioni e i tuoi interessi?
Una domanda tanto semplice quanto complicata. Amo scrivere e raccontare, forse il mio primo vero hobby è la scrittura. Da piccola ho sempre tenuto un diario (beh, ma questo lo fan tutte) poi sono passata ai blog. Ma la cosa che credo abbia fatto la differenza sia stata – non solo il passaggio al digitale – ma anche la voglia di imparare a creare materialmente e concettualmente un blog. Questo mi ha fatto capire negli anni che amo gli approfondimenti. Ecco, la mia prima passione è la scrittura, la mia seconda passione sono gli approfondimenti.

Come è nata l’idea di aprire the Morning Mood?
The Morning Mood non è il mio primo blog. Quando avevo 23 anni, ho aperto un blog che ha avuto un grande successo in fatto di visualizzazioni. L’argomento era davvero tutt’altro, in quel caso mi occupavo di politica e di indagine sociale. Poi, dopo anni e anni, di duro lavoro in cui ho prestato la mia professione a svariate aziende di marketing digitale (facendo la blogger, la copywriter e anche la ghostwriter) ho maturato la necessità di gestire un mio spazio virtuale, una vetrina dei miei pensieri, che ha dato il via al progetto The Morning Mood.
La scelta del nome è stata immediata, perché amo scrivere di mattina, è tipo una cura. 

Nel tuo blog tratti diversi argomenti: Design, Moda e anche Food. Qual è il "settore" dove ti senti più a "casa"?
Design, moda e food sono gli argomenti che più adoro in assoluto. Solitamente la scelta delle categorie dovrebbe ricadere su una o massimo due, io purtroppo o per fortuna, non ne posso fare a meno, anche se Design senza ombra di dubbio è la mia preferita. Questa categoria, la nutro come una figlia, è nelle mie corde. Quando navigo su internet il mio primo pensiero è l’arredamento. Una fissa insomma.

nina 1Qual è lo stile di arredo che più preferisci e perché?
Lo stile nordico, scandinavo. E’ rappresentativo, unico, intimo e avvolgente. Mi rappresenta in tutto; perché in fondo credo che mi descriva alla perfezione. Lo stile nordico è lineare, è pulito, non ha bisogno di nessuna spiegazione per essere compreso. I colori dello stile nordico sono tenui e temperati, come il mio carattere. La mia casa è arredata completamente seguendo questo stile, credo che ogni casa racconti qualcosa di noi; lo stile contemporaneo, ad esempio, credo appartenga a tutte quelle persone che amano il compromesso; diversamente lo stile moderno è adatto per tutte quelle persone che vanno di corsa. Che seguono l’orologio e che hanno una scaletta ben definita delle attività quotidiane da svolgere.

Su quali complementi d’arredo si può intervenire per rendere una abitazione sempre alla moda?
Su The morning mood settimane fa, ho parlato dell’importanza delle lampade diventate ormai oggetto di design a 360 gradi. Una o due lampade, posizionate (con la corretta luce) in un ambiente, possono fare davvero la differenza. Poi ovviamente grande peso hanno la scelta del pavimento come anche il colore delle pareti. Il resto, mobili, piante, tende, sono una conseguenza delle scelte principali. Ma mi rendo conto che sono pochissime le persone che la pensano come me. Solitamente prima scelgono i mobili e poi il resto; io ragiono al contrario.

Ti va di dare qualche consiglio utile ai nostri lettori che cercano qualche idea per dare un tocco di novità alla propria casa?
Involontariamente ho anticipato la tua ultima domanda; come primo consiglio invito tutti coloro che devono mettere su casa ad affidarsi ad un esperto, un designer o un architetto anche un amico che ha una giusta propensione e/o passione per l’home decor. Consiglio n.2: fate una selezione degli stili; internet oggi ci propone davvero svariati allestimenti. Fate una cartella con le foto dello stile che più amate. Fatto questo, iniziate dai colori delle pareti e dai pavimenti, che tono devono avere? Fatto anche questo, disegnate con un nastro adesivo quelli che secondo voi, dovrebbero essere i mobili (non è una pazzia, l’ho fatto anche io!) è buffa come idea, ma vedrete come vi tornerà utile. Posizionate per terra un finto tavolo, delle sedie, il divano, la cucina, disegnate tutto per terra con il nastro adesivo. Sicuri degli spazi e degli acquisti recatevi presso il punto vendita di vostro gradimento, consapevoli del budget da investire. 

Ringraziamo Nina per la disponibilità con cui ha risposto alle nostre domande, speriamo di poterla incontrare nuovamente per fare due chiacchiere sulle tendenze di arredo. Nina vi aspetta su "The Morning Mood"!