Quando si pensa a una villa da sogno la prima cosa che viene in mente è la piscina. Sì, proprio lei è l’elemento ambìto da molti!

Quali sono le tendenze in questo settore? E soprattutto, è meglio una piscina interna o esterna?

La piscina esterna è sicuramente la più comune. Ma chiudete gli occhi e immaginate invece di poter avere dentro casa, magari in una veranda, una bella piscina interna, in stile Spa o meglio ancora in stile terme romane!
Ovviamente, per poter realizzare una piscina interna servono alcuni requisiti:
- una dimora bella grande
- un budget ancora più alto di quello necessario per una piscina esterna

Con questi due elementi a disposizione (sembra facile!) potete creare un ambiente esclusivo dal design ricercato.

La prima cosa da fare è chiedere una consulenza a un professionista sulla fattibilità di impianto di una piscina dentro la vostra abitazione. Pensate solo che una piscina, anche di piccole dimensioni, ha un carico di 10 o anche 20 tonnellate a cui dovete aggiungere il peso della struttura. Ecco perchè per poterla realizzare vi devono fare un sopralluogo per effettuare dei calcoli strutturali.
Un professionista vi aiuterà anche a seguire la parte burocratica. Per poter realizzare una piscina in casa dovete presentare una DIA al Comune, che viene realizzata esclusivamente da un professionista abilitato.
Un altro elemento da tenere in considerazione è che se dentro casa realizzate una piscina superiore agli 80 mq può cambiare il valore catastale, perchè si tratta di case di lusso (ammesso che non lo fosse già). Insomma, con un’operazione del genere aumenterebbe molto il valore immobiliare della vostra casa.

Le piscine interne hanno ovviamente un grande vantaggio: possono essere usate tutto l’anno! Hanno però bisogno di una diversa manutenzione soprattutto dal punto di vista climatico.
La prima scelta da fare è piscina interrata o piscina fuori terra? La prima diventa un elemento fisso ed è più vincolante, la seconda invece ha una installazione mento faticosa ed è economicamente più conveniente.
Se optate per una piscina interrata dovete ragionare anche sul tipo di sistema di ricircolo dell’acqua. Le alternative sono due e variano sia dal punto di vista estetico che tecnico: il sistema a skimmer e quello a bordo a sfioro. Il primo ha una manutenzione più veloce ed è simile a quello delle piscine esterne: lungo il bordo della piscina ci sono delle aperture dove l’acqua viene raccolta disinfettata e rimessa in circolo attraverso dei bocchettoni. Nel secondo sistema, invece, l’acqua arriva fino ai bordi creando un effetto fantastico dal punto di vista estetico. Quando l’acqua fuoriesce viene raccolta attraverso un canale in una vasca di compenso dove viene disinfettata, filtrata e rimessa in circolo. Ovviamente una piscina interna chiederà un adeguato spazio e la presenza di deumificatori per avere un corretto ricircolo dell’aria!
Arriviamo ora alla parte più bella, quella del design! Lo scorso anno è stato ricco di novità e tendenze da urlo! Il trend numero uno in materia di piscine sono le piastrelle vetrificate a mosaico che creano un effetto spa, da sogno!
Un’altra tendenza dal forte impatto estetico sono le Infinity Pools, delle piscine a sfioro dove però la vasca crea un effetto a cascata!

Da non dimenticare infine sono le luci che creeranno un effetto ottico veramente unico e ricercato! Le più in voga sono le luci interne blade, una luce molto più elegante dei faretti a LED rotondi! Che ne pensate? Avete preso appunti per la vostra "umile" dimora?