orologio da parete, orologi da parete

Quando si arreda casa, quello che fa la differenza è la cura dei dettagli. Per questo parlerò oggi della scelta dell’orologio da parete, un accessorio non solo utile e pratico, ma che anche di design. 
Tra tutti i modelli e le forme e le grandezze e le preferenze su numeri e lancette c’è solo l’imbarazzo della scelta. 

L’orologio non è solo un elemento decorativo per riempire gli spazi vuoti. Ha un duplice valore: quello estetico e quello pratico. Ecco perché non solo può sostituire un quadro o una fotografia nella personalizzazione di una parete, ma vi introduce anche un valore “vitale”, quasi filosofico: lo scorrere del tempo. Proprio questo valore, però, a volte è “ingombrante”, quindi va tenuto presente che non sempre si adatta ad ogni possibile stanza: ad esempio è sempre molto apprezzato in cucina, ma non tutti lo amano in bagno, che durante una rigenerante doccia o un lungo bagno caldo, diventa un luogo senza tempo.

Ma passiamo agli stili. Cosa dire? Ce n’è di ogni tipo. Dall’antica pendola, al simpatico cucù, al moderno quadrante in vetro, non ci sono epoche o culture o mode che non abbiano esplorato le forme dell’orologio. Gli orologi da parete in particolare vengono proposti in svariati materiali: dal legno al vetro, dal metallo alla plastica sino al cartone ed ai tessuti. È quindi possibile adattare l’orologio ad ogni tipo di arredo, o anche provare qualche contrasto. Si può giocare un arredo minimalista e un orologio da parete estroso, molto colorato e vistoso.
Tra i più avanguardistici ci sono poi gli orologi wall stickers. Sono orologi che si attaccano alle pareti con gli adesivi. Spesso sono neri, e in questo caso ci vuole proprio una parete bianca o molto chiara.
Ma non solo, essendo degli elementi decorativi a tutti gli effetti spesso sono arricchiti da motivi raffinati, simpatici ed originali.
Come per quello da polso, anche la scelta dell’orologio da parete è molto personale e soggettiva, ma a volte anche “variabile”. Per fortuna è uno i quegli elementi che è facile cambiare!