VitrA, marchio leader del gruppo industriale turco Eczacıbaşı, è l’unica Azienda di prestigio internazionale che offre una gamma completa di componenti per il bagno accanto a un vasto assortimento di rivestimenti e piastrelle in ceramica. 

Oltre alle gamme specifiche per spazi residenziali, il marchio propone un'ampia scelta di linee concepite per ambienti pubblici e industriali.

Dal lancio negli anni '50, la strategia del marchio VitrA ha seguito un trend di crescita costante, sull’onda delle opportunità di evoluzione offerte dal mercato. Oggi, l’impegno del brand in termini di innovazione si concentra sulla ricerca di soluzioni che incontrino il gusto attuale del mercato, declinato nelle diverse proposte di design in grado di anticipare i futuri scenari dell’ambiente bagno.

Attraverso specifici laboratori di design organizzati a Istanbul, VitrA mira a diventare un punto di riferimento nella ricerca di prodotti, spazi, comportamenti e rituali che potrebbero ridisegnare lo spazio bagno del futuro.

I risultati dei laboratori sono stati esposti durantelo scorso Salone del Mobile di Milano, nel segno della headline BATH TIME GOOD TIME.  L’esposizione è stata allestita in una ex galleria d'arte in foro Buonaparte 60, proprio nel cuore del Brera Design District. Lo spazio scelto è in linea con l'approccio innovativo di VitrA: minimal e orientato alla ricerca di nuovi concept di design.

L'evento, curato personalmente da Erdem Akan, Art Director di VitrA, si è focalizzato su otto progetti ideati dal VitrA Design Team in collaborazione con designer internazionali del calibro di Sezgin Aksu, Jozeph Forakis, Diego Grandi, Setsu & Shinobu Ito, Sertan Özbudun, Terri Pecora e Mario Trimarchi. 

Come suggerisce il titolo BATH TIME GOOD TIME, l’elemento cardine della ricerca è il tempo, inteso come fonte d'ispirazione per progettare nuovi spazi e prodotti che promuovano l’intimità, la bellezza, il relax, la meditazione, la privacy, la cura di sé, il ricordo e l'equilibrio. Oltre a presentare concept innovativi che caratterizzeranno i prodotti del futuro, l'esposizione introduce il nuovo approccio di design che esprime l’aspirazione di VitrA a porsi come "catalizzatore" di idee e tendenze per l’ambiente bagno.

Progetti:

TIME

La correlazione tra tempo e ambiente bagno è evidente: chiudendo la porta, ci concediamo finalmente una pausa solo per noi, senza che niente e nessuno possa disturbarci.  

TIME, però, è anche un concept straordinario per comunicare valori e comportamenti collegati a questo ambiente. Solitamente, in bagno non abbiamo un orologio e possiamo concederci del tempo per noi, tra funzioni e rituali. Il nostro stato d'animo cambia con le ore del giorno: il bagno, vissuto la mattina, la sera o durante il week-end assume connotazioni decisamente diverse.

TIME and RELAX

Sezgin Aksu

Cosa vi piacerebbe fare dopo una doccia o un bel bagno? Cosa c'è di meglio che trascorrere del tempo in uno spazio che trasmette pace, assoluto relax e che permette di dedicarsi del tempo e di ritrovare se stessi? Ho cercato di creare uno scenario emozionale che favorisca queste sensazioni: dolci colline su cui sdraiarsi e guardarsi intorno, ciottoli da sentire sotto i piedi mentre si cammina, una foresta per cogliere le diverse sfumature di luce durante il giorno.

TIME and BEAUTY

Design Department - VitrA

Ogni giorno, in bagno, ci guardiamo allo specchio diverse volte: la mattina, durante la giornata, prima di coricarci. Vediamo la nostra immagine riflessa mentre si lava il viso, si spazzola i denti, si rade. Cerchiamo di cambiare ciò che vediamo; cambiamo idea su quello che vogliamo vedere; osserviamo il trasformarsi del nostro viso e del nostro corpo nel corso delle ore, dei giorni e degli anni. In breve, definiamo il nostro tempo attraverso le immagini del nostro corpo che vediamo riflesse nello specchio del bagno. VitrA crea prodotti, spazi ed esperienze per lo spazio bagno di assoluta bellezza. E’ giunto il momento di concentrarci sulla bellezza di chi li utilizza, sul modificarsi della nostra percezione di bellezza e sul plasmarsi della stessa con il trascorrere del tempo: su come essa definisca il nostro “tempo”.  

TIME and MEDITATION

Jozeph Forakis

Koza reinterpreta il concetto di hammam, il bagno turco, rivisitato per ambienti residenziali di lusso. Tradotto come "cocoon", Koza è uno spazio dedicato alla meditazione, alla riflessione, alla connessione con se stessi e alla rinascita. Elementi classici di densità materica e luce penetrante prendono la forma di un volume trasparente e solido, attraverso l'utilizzo di spesse lastre di vetro stratificato. Lo spazio interno offre comfort, rifugio e distacco, senza escludere tuttavia il contatto con l'ambiente esterno e con i ritmi naturali. La base, realizzata con il tradizionale marmo turco di Marmara, alloggia il sistema di controllo del vapore. Koza è nuovo ed essenziale, pensato per chi conduce una vita frenetica, per regalare attimi di pausa da gustare in solitudine o in compagnia del partner e degli amici più stretti.  

TIME and BALANCE

Diego Grandi

Un'astrazione grafica di elementi naturali diventa il punto di partenza per trasmettere l’esperienza sensoriale di una doccia nel bosco. Le due pareti in vetro, stampate in digitale, evocano una passeggiata in un tempo sospeso, nell’atmosfera rarefatta di uno spazio statico-dinamico, un effetto ottenuto grazie all'uso sapiente di materiali trasparenti e riflettenti. La sequenza ritmata di linee e colori produce un'illusione tridimensionale, una superficie dalle tonalità vibranti creata attraverso la sovrapposizione di diversi strati su una griglia modulare. Camminando all'interno dell'installazione, si segue il motivo stampato, percependone il ritmo mutevole. Il movimento diventa quindi il mezzo per "sentire" la profondità della superficie, per reinterpretare i materiali che siamo abituati a vedere ogni giorno.

TIME and MOTION

Setsu & Shinobu Ito

Perché il wc rimane intrappolato nel solito vecchio schema? Perché è quasi sempre relegato in spazi angusti, per lo più in un angolo? Dipende forse dalle idee sulla sua natura? E se invece occupasse uno spazio centrale? Per quanto la sua essenza rimanga la stessa, non sarebbe interessante vederci altri elementi insoliti e imprevedibili, un paesaggio in evoluzione? Il wc non più concepito allora solamente come luogo “di necessità”, ma anche per provare nuove esperienze, per rilassarsi, per aggiungere valore al nostro tempo.

L’elemento “privato” di questo concept è essenziale: uno schermo girevole a 180° crea l’esperienza emozionale di un viaggio verso un luogo di “Good Time”, come un giardino esclusivo, un luogo di relax e di riflessione.

Il wc si colloca al centro dello spazio, dove possiamo sederci e appoggiare il cuscino dietro il coperchio quando è aperto. La parete è imbottita, proprio come la testiera di un letto, regalandoci la sensazione di essere avvolti e coccolati. Il tavolino a lato della seduta crea un effetto naturale di continuità, trasmettendo una sensazione di libertà: sedersi, appoggiarsi, sdraiarsi, leggere, posare un bicchiere o un tablet. Il pavimento Zen infonde calma e consapevolezza. Un albero funge da appendino, evocando la sensazione di natura.

TIME and MOMENT

Sertan Özbudun

Ho cercato di progettare una vasca che possa evocare i ricordi più cari.

Nell'arco di due anni ho perso mio padre, mi sono sposato e sono diventato padre a mia volta. E' stato un periodo di grandi cambiamenti nella mia vita, durante il quale mi sono spesso ritrovato a pensare agli affetti più cari del passato, del presente e del futuro.

Le esperienze che facciamo possono non sembrarci così importanti nel momento in cui le viviamo, ma quando gli anni passano e ne accumuli di nuove, ci rendiamo conto che alcuni momenti vissuti assumono un'importanza fondamentale. Anche quelle che sembravano lì per lì delle stupidaggini possono diventare momenti e ricordi importanti della nostra vita. Ma ce ne accorgiamo sempre dopo.

La mia idea era perciò di progettare un ambiente bagno da vivere con altre persone, in cui trascorrere dei momenti piacevoli. Chissà, magari anche questi possono diventare dei bei ricordi.

TIME and INTIMACY

Terri Pecora


Menagerie è un gruppo di lavabi combinati insieme per creare uno spazio unico e condiviso, ispirato ai rituali del bagno collettivo, tipici della cultura turca. Uno spazio da condividere con chi ami, intimo e accogliente, che consenta "di stare da soli assieme". 

A ciascun elemento è assegnato un ruolo specifico, per creare una composizione che predilige le sovrapposizioni, una sorta di isola spaziale attorno alla quale ci si può muovere liberamente e dove diventa piacevole trascorrere del tempo. Un punto d’incontro confortevole e “attrezzato” nel quale iniziare o terminare la giornata, per condividere sogni ed esperienze, un luogo magico che soddisfa tutte le nostre esigenze.

Menagerie comprende una zona con un tavolino basso e sgabelli dove dedicarsi del tempo, un lava-piedi relax, un lavabo free-standing profondo e multifunzionale, un ampio lavabo basso per la cura di sé e uno sgabellino per permettere anche ai bambini di lavarsi da soli.

TIME and CARE

Mario Trimarchi

Il progetto racconta lunghissime azioni silenziose che si possono svolgere all’interno del bagno, con l'obiettivo di rallentare la percezione del tempo che trascorriamo in quest’ambiente.

E’ un bagno che ci consente di vivere un tempo finalmente dilatato, proprio come a volte succede nel resto della casa: per prendersi cura di sé stessi, rilassarsi, imparare a respirare, fare yoga, ascoltare musica, oppure curare un acquario o coltivare l’insalata.

E’ uno spazio in cui tutti i contenitori, i ripiani, i lavabi, i rubinetti, le chaise longue, le docce e i paraventi sono collegati tra loro senza soluzione di continuità, attraverso una semplice struttura di tubi bianchi che corrono dappertutto.

E’ un immaginario progettuale in cui i tubi bianchi ci fanno pensare alla pulizia e all’igiene e a quella continua disponibilità dell’acqua che si rinnova, miracolo mai banale e dono prezioso.