ernestomeda, cucine design

Ernestomeda è uno dei brand di cucine in Italia più amato all’estero. Qualità, eleganza, praticità e avanguardia tecnologica, sono le parole d’ordine di questo importante marchio di cucine.

“Quando pensiamo alla cucina pensiamo anche all’ambiente in cui verrà inserita, curandolo nei minimi dettagli affinché si integri perfettamente con il tuo mondo. Solo così è possibile creare qualcosa di unico in armonia con lo spazio e con il tempo”.

articolo ernestomeda iconQuesta è la filosofia delle cucine Ernestomeda che sono riuscite a esportare il valore dell’italianità nel mondo, attraverso il loro design innovativo.
Cucine di design, tecnologiche, di qualità che durano nel tempo che sono in grado di garantire affidabilità, sicurezza e stile al consumatore finale.
Per riuscire in questo Ernestomeda ha collaborato con celebri designer: Giuseppe Bavuso, Andreucci&Hoisl, Marc Sadler, Rodolfo Dordoni, Pietro Arosio, Castiglia Associati, Carlo Bartoli e Zaha Hadid e molti altri.

Ad Eurocucina 2016 Ernestomeda ha presentato il nuovo modello K-Lab disegnata da Giuseppe Bavuso e la reinterpretazione di Soul e Icon sempre firmate da questo celebre designer.

Con ArreCasa abbiamo ammirato dal vivo queste grandi anteprime. Ad accoglierci al nostro arrivo allo stand c'erano gli addetti dell’ufficio stampa che hanno gentilmente risposto alle nostre domande.

Quali sono le novità che Ernestomeda presenta qui ad Eurocucina 2016?
La grande novità di quest’anno è K-Lab, diminutivo di Kitchen Lab, che qui ad Eurocucina è presentata in due versioni. Questa cucina è stata disegnata da Giuseppe Bavuso il famoso designer, con cui lavoriamo dal 2012. Tutte le cucine dello stand sono firmate da lui.
K-Lab è un progetto che si ispira agli anni Quaranta quando era di moda lo stile industriale. È un progetto legato ai materiali sia dal punto di vista degli abbinamenti che della qualità. Possiamo vedere infatti marmi, legni e acciaio convivere armoniosamente, ma il punto forte è la scelta del materiale stesso.  Ad esempio qui potete vedere, dei legni recuperati dalle rimesse delle stazioni ferroviarie. Erano stati abbandonati, mai utilizzati, per anni sono stati soggetti a intemperie che gli hanno "donato" delle particolarità. Si tratta di legni non trattati, semplicemente presi, lavati e presentati. Questa tipologia di legno è stata usata per i tavoli, ma anche per le armadiature.

Lo stile industriale è molto presente: che tipo di identità ha voluto dare Giuseppe Bavuso a questa cucina?
K-Lab adotta un linguaggio stilistico informale e dinamico, rivolgendosi idealmente a un target giovane. Trae ispirazione dai grandi banchi da lavoro degli ambienti industriali, dove si alternano sapientemente i volumi pieni e vuoti. Gli elementi caratterizzanti del nuovo modello di cucina sono l’anta telaio, impiegata per le basi delle diverse composizioni, dotata di maniglia ad incasso, e i sistemi a giorno modulari, che trovano diverse applicazioni. Sono visibili spazi aperti legati all’idea dello show cooking, dove cucina e living si mixano, c’è però anche una contrapposizione con spazi chiusi che creano un prodotto innovativo e di stile. 

articolo ernestomeda soulQui ad Eurocucina avete presentato anche Icon e Soul in una nuova "veste": che evoluzione hanno avuto questi due modelli?
La nuova composizione di Icon, realizzato da Giuseppe Bavuso, riprende i tratti distintivi del programma: dall’anta AIR, la cui apertura a gola è in linea con la nuova maniglia Gap, alla penisola Evolution, disponibile adesso anche in una nuova configurazione su base ad angolo, agli armadi Indoor, proposti con nuovi allestimenti interni. Poi vengono presentate anche due nuove composizioni di Soul, progetto di cucina che mescola le tendenze del design contemporaneo con elementi dal sapore vintage. Elemento distintivo e innovativo è la maniglia Tag Filter che ha un sistema di filtro dell’aria con un sistema di ricircolo all’interno, in modo da evitare muffe mantenendo la salubrità dell’ambiente in cucina. Soul è connotata dal sistema Medley, studiato per arredare non solo la cucina, ma anche gli spazi living. Medley può essere attrezzato con uno scolapiatti/bicchieri/posate, collegato al lavello da un basamento canalizzato con vasche per la raccolta dell’acqua. Il tavolo è proposto nella versione girevole Cyclos, che si trasforma da tavolo snack nella posizione chiusa a tavolo da pranzo tramite un movimento di rotazione di 90° o di 180°.

Ernestomeda anche quest’anno ha centrato l’obiettivo, le sue cucine si distinguono per l’eleganza del made in Italy tanto apprezzato all’estero, che in questo brand raggiunge la massima espressione. 

© Ernestomeda

1- K-Lab design di Giuseppe Bavuso
2- Icon Design di Giuseppe Bavuso
3- Soul