LINEA LIGHT GROUP: Red Dot Award Product Design 2017

L’anno prosegue alla grande per LINEA LIGHT GROUP: dopo il successo di DIRIGO insignito dell’IF DESIGN AWARD, altri due prodotti, DIPHY e OXYGEN della collezione Material&Design Lighting, sono stati premiati ai RED DOT AWARD 2017- categoria Product Design. Un’ulteriore conferma della qualità che caratterizza le soluzioni illuminotecniche dell’azienda trevigiana.

LINEA LIGHT GROUP: "Breathe the light"

È di chiara matrice green il concetto ispiratore dello stand con cui Linea Light Group si presenta a Euroluce 2017, dove le molte zone verdi, tra isole e giardini verticali, accompagnano i prodotti esposti in un suggestivo set di effetti scenografici animati da giochi di illuminazione dinamici.

LUCEPLAN: Amisol di Daniel Rybakken

La sfida progettuale di Amisol è di realizzare una lampada a sospensione ad alto impatto visivo con un volume ridotto al minimo e facilmente orientabile nello spazio.

LUCEPLAN: Ivy di Francisco Gomez Paz

Immaginate di liberare la luce dalla fisicità di un prodotto.

LUCEPLAN: Compendium Circle di Daniel Rybakken

Il linguaggio progettuale di Daniel Rybakken torna ad attingere all’intrinseco potere delle forme geometriche elementari e si affida stavolta al simbolo dell’armonia per eccellenza, il cerchio.

LUCEPLAN: Compendium Plate di Daniel Rybakken

Compendium Plate è un’ulteriore estensione dell’alfabeto luminoso della famiglia Compendium, declinata ora da Daniel Rybakken anche in versione plafoniera e applique.

LUCEPLAN: Costanza e Costanzina di Paolo Rizzatto

Costanza e Costanzina nuova finitura ottone Paolo Rizzatto.

LUCEPLAN: Diade Terra di Monica Armani

Una nuova versione da terra per Diade, ultima proposta di Luceplan sul tema dell’acoustic comfort, nata dalla consolidata collaborazione con Monica Armani.

LUCEPLAN: Mesh di Francisco Gomez Paz

Mesh è una lampada sorprendente e fortemente innovativa nata dalla sperimentazione attorno alle potenzialità dei LED, tecnologia che le permette di offrire molteplici scenari luminosi personalizzabili sia per esigenze estetiche che funzionali.

MASIERO: Sound di Giovanni Battista Gianola

Innovazione, per Masiero, è il binario sul quale l’azienda trevigiana ha dirottato applicazioni, espressioni e potenzialità dell’illuminazione decorativa d’alta gamma.

MASIERO: Raqam di Marc Sadler

È una collezione, ma è riduttivo usare il termine collezione per Raqam, la parola araba che indica il ricamo, e che nel riferimento sottende le multiformi implicazioni decorative che può generare nell’interior design.

NEMO: Elysée di Pierre Paulin

Nel 1970, Georges Pompidou, il nuovo Presidente della Repubblica francese e sua moglie Claude incaricano Pierre Paulin di ridisegnare tre stanze al pian terreno del Palazzo dell’Eliseo: la Pinacoteca, la Sala da pranzo ed la Sala fumatori, per la quale ha disegnato una lampada da parete che viene oggi prodotta da Nemo.

NEMO: Titia di Arihiro Miyake

Titia è un vortice di luci sospese. « Pensavo ad una lampada che potesse riunire lo spirito delle luminarie di Natale e un carosello di legno », riassume Arihiro Miyake.

NEMO: Arca-Archa di Martino Gamper con Nemo Studio

Conosciamo la passione di Martino Gamper per gli angoli su cui ha realizzato uno studio al termine del Royal College of Art. Con Arca-Archa (in latino scatola, scrigno) ha creato una piccola sospensione concepita per essere incassata nel muro.

Vimar naviga nel lusso con la nuova Silver Muse

È stata presentata presso lo stabilimento Fincantieri di Sestri Ponente (GE), “Silver Muse”, la nave da crociera extra lusso che Fincantieri ha realizzato per la società armatrice Silversea Cruises.

Nemo: Orbit di Jean-Marie Massaud

Quando lavoro ad un progetto, per me è sempre un tentativo di rivitalizzare il soggetto al quale sto lavorando”. Con Orbit, Jean-Marie Massaud crea una sintesi essenziale dell‟illuminazione nel 2017: un anello “diffusore/sorgente luminosa” collocato in un ambiente per fornire una luce direzionale, diffusa e calda.

La Murrina: Eva design Federico Visani

Il fiore nato da una lacrima.

Secondo un’antica leggenda, il fiore della Calla, noto per la sua bellezza e il suo candore, ebbe origine nel giardino dell’Eden. Le lacrime della disubbidiente Eva, cacciata dal Paradiso,  caddero in terra e da esse nacque l’elegante fiore.

Foscarini: Aplomb Lucidi Pevere, 2017

Nato dall’esplorazione delle possibilità espressive del cemento, il progetto Aplomb ha sin dall’inizio focalizzato nella materia la sua valenza principale, privilegiando colori che evidenziassero la sua forte presenza e la sua tipica irregolarità.

Foscarini: Arumi Lucidi Pevere, 2017

Realizzata in lega di alluminio pressofusa, Arumi esalta le capacità di Foscarini nel saper trasformare un oggetto industriale in un manufatto artigianale, grazie ad un'attenta lucidatura a mano della superficie interna e del bordino esterno, a cui si aggiunge un trattamento manuale di finitura irregolare di tutte le superfici esterne e dei tre rilievi disegnati per dare ritmo alla superficie.

Foscarini: Dolmen Ferruccio Laviani, 2017

Uno dei progetti più iconici della storia Foscarini, rivisitato in funzione delle nuove opportunità offerte dalla tecnologia LED: è Dolmen, disegnata da Ferruccio Laviani alla metà degli anni '90.