Continua la collaborazione, ormai consolidata, con Francesco Rota che quest’anno per Lema firma la nuove proposta: la madia Cases; portando avanti la propria riflessione sul tema del contenere, il designer dà vita a CASES proponendo un nuovo concetto di madia poliedrica e multifunzionale.

Ideale a parete così come a centro stanza, Cases è un volume rigoroso connotato però da un’allure leggera grazie al gioco di pieni e vuoti dato dall’accostamento di due spessori e tre altezze differenti: a partire dalla scocca in rovere termotrattato, passando alle ante di spessore ridotto, fino al piano, elemento più basso, che come un prezioso vassoio, è delimitato da una cornice in legno. Una combinazione che caratterizza fortemente Cases e crea una scansione tridimensionale dell’oggetto determinandone l’aspetto aereo.

La scocca, che poggia su gambe metalliche color titanio di ispirazione anni’ 60, è disponibile nelle due dimensioni 183xh.97cm e 243xh.69cm e accoglie al suo interno rispettivamente tre o quattro elementi contenitori, ognuno con una propria specifica funzione: credenza, cassettiera, vetrina e mobile bar arricchiscono e personalizzano la madia dando vita a 5 possibili composizioni di Cases che lo rendono così adatto alla collocazione in diversi ambienti, dal dining, al living alla zona notte.

Le ante possono racchiudere, a seconda della declinazione, ripiani in vetro, cassetti in legno di diverse altezze oppure nel caso del mobile bar, vani portabottiglie. All’insegna della massima personalizzazione, un modulo della madia può essere lasciato vuoto o può ospitare un prezioso cubo in vetro; se capovolto si trasforma in una teca, dove esporre e proteggere gli oggetti più cari.

Il piano della madia è proposto in vetro retroverniciato, marmo o cuoio profilato da un’elegante cucitura che ne sottolinea la lavorazione sartoriale. A scelta, il mobile bar può differenziarsi con un top in elegante vetro trasparente che ne svela e valorizza il contenuto. Fini dettagli rifiniscono il prodotto: dalla luce integrata ai vani che ne illumina i preziosi interni, alle cerniere progettate ad hoc da Lema lasciate a vista come piccoli bottoni