Molteni&C prosegue con entusiasmo l’opera di valorizzazione dell’archivio di Gio Ponti, grande maestro del design e dell’architettura del ‘900.

Dopo il successo internazionale della collezione di arredi, che dal 2012 si è arricchita di nuovi pezzi ogni anno – undici fino ad ora – due le nuove riedizioni presentate al Salone del Mobile 2017. Molteni&C e gli Eredi Ponti hanno dato vita, nel 2016, a un nuovo  accordo che amplia e consolida il rapporto di fiducia che li lega da anni. Librerie, cassettoni e comò, consolles, scrivanie e mobili singoli, divani, poltrone e poltroncine, sedie, tavoli e tavolini, letti e comodini, pareti attrezzate – disegnate da Gio Ponti nella sua lunga carriera che dagli anni ‘20 fino alla fine degli anni ’70 del XX secolo – rivivono nel pieno rispetto del progetto originale. Nuovi prodotti, nuove storie da raccontare e nuove ricerche per mettere in luce opere ancora sconosciute o dimenticate.

 

D.156.3 design Gio Ponti

Disegnata da Gio Ponti e prodotta per Altamira, società americana fondata da un nipote dello spagnolo De Cuevas, viene esposta nello showroom dell’azienda a New York, insieme a mobili di Ico Parisi, Franco Albini,Carlo De Carli, Ignazio Gardella e altri, scelti fra i più rappresentativi della X Triennale di Milano. Nel catalogo di presentazione si legge: “Si pensava che l’architettura dovesse essere solo funzionale, lasciando poco margine alla decorazione. Ma il genio italiano non poteva non creare un’architettura con un volto più umano che noi chiamiamo il tocco latino”. La poltrona D.156.3, che Molteni&C riedita in esclusiva, ha una struttura in massello di noce canaletto o laccato nero semilucido. L’assemblaggio e la levigatura sono manuali. La verniciatura è con coloranti all’anilina applicati mediante stracciatura. Il particolare schienale ergonomico invece è costituito da cinghie elastiche incrociate, che supportano il morbido cuscino trapuntato e profilato. Disponibile in tre tessuti e in tre pelli della collezione Molteni&C, compreso il nabuk (nella foto la variante ruggine). Personalizzazione a richiesta.

 

Note tecniche:

- Struttura in massello di acero per la finitura nero semilucido ed in massello di noce canaletto per la finitura legno naturale;

- L’assemblaggio e la levigatura sono manuali;

- La verniciatura è con coloranti all’anilina applicati mediante stracciatura;

- Cinghie di sostegno dello schienale ergonomico e della seduta in materiale elastico nei colori nero e verde militare opzionabili;

- Cuscino trapuntato in poliuretano e fibra poliestere rimovibile;

- Disponibile in 3 tessuti e in 3 pelli della collezione (Wild, Knot, Wood e Scirocco, Pandora, Siria).

Personalizzazione a richiesta.

 

 

D.151.4 design Gio Ponti

Appassionato da sempre al tema dell’arredo navale, Gio Ponti ne fece diretta esperienza in quattro transatlantici e due navi da crociera rinnovati o costruiti ex novo dopo la guerra, tra il 1949 e il 1951: Conte Grande, Africa, Oceania, Conte Biancamano, Andrea Doria e Giulio Cesare. Ponti progetta questa poltroncina con lievi varianti per le navi. Caratterizzata da una struttura avvolgente e da comodi braccioli, ha piedini in legno massello con puntale in ottone. Rivestimenti tessili e pelle della collezione Molteni&C.


Note tecniche:

- Struttura estetica in massello di noce canaletto;

- Seduta in massello con cinghie elastiche tamponata con poliuretano da taglio a quote differenziate;

- Schienale avvolgente costruito con travettatura metallica e tamponamenti in poliuretano iniettato in stampo.

- Puntali in ottone conificato;

- Appoggi a terra in materiale plastico antiscivolo.