Una pluriennale collaborazione quella tra Rodolfo Dordoni e Molteni&C, consolidata da un modo condiviso di intendere il design.

L’esperienza sviluppatasi attorno alla collezione Chelsea ha suggerito a entrambi una nuova strada: una nuova famiglia di sedute per il soft contract, adatto al settore dell’hotellerie, ristoranti e spazi di accoglienza, nonché a progetti residenziali con caratteristiche molto specifiche.

Oggi non esiste in generale una netta distinzione tra prodotti residenziali e contract infatti anche molti spazi pubblici, come i ristoranti, hanno oggi un sapore domestico. Il tema della customer experience (l’esperienza legata a come il cliente “si sente” dopo aver interagito con un ambiente e con un marchio), ha obbligato anche i grandi studi di progettazione a rendere più confortevoli e accoglienti spazi che una volta erano esclusivamente tecnici.  

“La nuova strada”, spiega Dordoni, “è conseguenza anche del differente modo con cui si progettano i prodotti: già contestualizzati e riferiti a tematiche più ampie rispetto al mero oggetto. Dalla casa, all’albergo, all’ufficio, l’arredo può modificare la funzionalità mantenendo le sue caratteristiche estetiche. Per il contract si realizza, quindi, il medesimo prodotto dell’ambito casa ma con materiali e performance più specifici per quell’uso”.

Nasce così la Welcome Collection, una famiglia di arredi ampliabile, capace di dialogare con altri prodotti, che quest’anno parte dal divano Camden