Forme senza tempo, tra passato e futuro - Falzé di Piave (TV), 30 maggio 2016 - Una seduta dalla forma dinamica e destrutturata, che affonda le sue radici negli anni '50, attraversando epoche storiche e mode.

Si presenta ai nostri giorni assolutamente à-la-page, contestualizzandosi perfettamente nella contemporaneità di ogni diversa architettura preposta all'ospitalità.

La poltrona Koster si presenta con una base in metallo verniciato opaco bronzo e anche la sua struttura è realizzata in metallo, ma è disponibile anche nella versione con schienale in legno, in multistrato impiallacciato noce colore o castagno termotrattato.

Il rivestimento è realizzato con tessuto o pelle, oppure in versione déco con una combinazione tra tessuto e pelle ed è sempre e completamente sfoderabile.

La poltrona Koster si è classificata al terzo posto del concorso i-NOVO Design Award 2016 di Archiexpo.

www.gruppoeuromobil.com

MARC SADLER

Nato in Austria, è cittadino francese e vive attualmente a Milano.

Si è laureato nel 1968 al primo corso di design industriale dell’Ecole Nationale Supérieure des Arts Décoratifs a Parigi (al tempo si chiamava: corso di “esthétique industrielle”), un settore che era già considerato come separato da quello architettonico.

Da sempre dedito per passione alla sperimentazione con le materie plastiche, all’inizio degli anni ’70 mise a punto il primo scarpone da sci in materiale termoplastico.

Dopo una pluriennale collaborazione con l’italiana Caber (successivamente Lotto) si è specializzato nel “design dello sport” lavorando con tutte le più importanti multinazionali negli Stati Uniti, Asia, Giappone ed Europa.

Tra i molti riconoscimenti ricevuti nel corso degli anni ha vinto il “Compasso d’Oro” nel 1995, 2001 e nel 2008. Nel 2014 ha ricevuto il XXIII Compasso d'Oro per il progetto Bellevue-Panorama di IFI.