A seguito dell’inaugurazione del Molteni Museum a novembre 2015, si rinnova con firma dell’architetto Vincent Van Duysen anche il Corporate Showroom Molteni&C | Dada, un edificio industriale all’interno del Molteni Compound sorto negli anni ’50 come essiccatoio per il legname, ristrutturato da Aldo Rossi successivamente e da Studio Cerri & Associati agli inizi del 2000.

“I think of the furnishings at the same time as I conceive the space”, dichiara Van Duysen, forte imprinting nord europeo, flavour mediterraneo e una sincera passione per l’Italia. Lo spazio, una superfice di 2700 mq, si ispira a una grande architettura domestica, due progetti che si snodano su due piani differenti e pensati come grandi case contemporanee indipendenti collegate tra loro da una grande scala, elemento scenico al centro della pianta. Lo spazio fluido scorre all’interno di sapienti tagli prospettici, un grande patio verde centrale e un sofisticato sistema di illuminazione.

Il racconto termina con il piano dedicato al Molteni Museum, che ripercorre gli oltre 80 anni di storia, innovazione, ricerca e qualità, attraverso una mostra permanente di 48 prodotti - icona e prototipi originali delle aziende del Gruppo: Molteni&C, Dada, Unifor e Citterio.

Il visitatore attraversa un percorso sensoriale fatto di luce e penombra, toni delicati e accenti colorati, rigore formale e calore domestico. Un raffinato viaggio nel tempo dove passato e presente dialogano amabilmente attraverso l’eleganza senza tempo dei grandi maestri, l’innovazione dei più prestigiosi designer contemporanei e la ricerca della perfezione. Elemento di grande impatto sono le trasparenze create dalle grandi vetrate, un segno grafico dell’architetto, ormai parte dell’immagine coordinata di Molteni&C | Dada, a partire dalla campagna pubblicitaria. Materiali naturali e sofisticati, come il vetro, il legno ossidato e la resina, la pietra ceppo, i chiaro scuri dei sabbia e i grigi caldi, si alternano a tocchi luminosi di colore. Protagonisti della scena la nuova Collezione 2016 di Molteni&C, tra cui: il rinnovato sistema giorno 505 nella nuova finitura rovere argento, il divano Paul, le madie Quinten, le serie di tavolini Jan e Domino Next, la collezione Chelsea, il tavolo Asterias, le sedute Glove-Up e le riedizioni storiche della recente Heritage Collection come Miss, MHC.1 e MHC.2. Le aree dedicate alla notte si snodano attraverso due grandi guardaroba Gliss Master, primo prodotto firmato Van Duysen per Molteni&C, collegati a suites e master bedroom di grande respiro e raffinatezza in cui trovano l’ideale ambientazione i nuovi scrittoi Ink e Secretello. Completa l’atmosfera la nuova collezione di tappeti firmati in esclusiva da Patricia Urquiola.

Area centrale del secondo piano, la cucina VVD è il nuovo sistema recentemente presentato da Dada a Eurocucina, con finitura noce canaletto e top in porfido verde, lavello integrato e dettagli metallici come gole e piedini in peltro. Due grandi isole dominano lo spazio incorniciato da colonne con l’innovativa cerniera pivot che permetta alle ante un’apertura a 180°, rendendo più fruibile lo spazio interno. Vincent Van Duysen interpreta la cucina senza maniglia, lavorando sul contrasto tra gli spessori esili di fianchi e terminali e gli spessori forti dei piani di lavoro, che si integrano, interrompendo la linearità del piano, con lavelli in appoggio in pietra. L’alternanza dei materiali e il gioco di pieni e vuoti danno vita ad una cucina dinamica e nel contempo sofisticata. Al piano superiore invece Vela presenta spessori di anta ridotti a 13 mm, assottigliandosi e smaterializzandosi. La tecnica costruttiva si evolve e stratifica materiali differenti, compensandone le tensioni e disegnando nuove proporzioni e dettagli tecnici distintivi. Ante laccato lucido duna, top in marmo emperador dark, snack up&down meccanico in olmo scuro e maniglie titan rappresentano la declinazione più calda e sofisticata di Vela. I due mondi Molteni&C e Dada trovano quindi armoniosa coesistenza all’interno di uno spazio in continua evoluzione, esperimento della nuova direzione artistica e spunto per la progettazione di contesti domestici sofisticati, alla base del concept retail presente nelle attuali new opening in Giappone (Tokyo) e New York, e declinato a tendere in tutti gli sore e gli shop-in-shop del Gruppo.