Tra uomo e ambiente le relazioni sono molteplici, perché tanto l'uomo quanto l'ambiente sono sistemi complessi in evoluzione continua per caratteristiche strutturali proprie. Le interazioni che hanno interessato il designer Giorgio Ragazzini sono quelle che condizionano o modificano le corrispondenti dinamiche evolutive: la natura quelle dell'uomo, l'uomo quelle della natura.
La dialettica fra naturale e artificiale riguarda strettamente il rapporto fra la realtà che non è prodotta dall'uomo e tutto ciò che egli trasforma in oggetti. In questo caso le forme di unNATURAL collection nascono dall'indagine dei fenomeni naturali e dall'interazione dei materiali con la tecnologia umana, in questo caso specifico la più evoluta tecnologia di lavorazione delle pietre naturali tramite pantografi a 5 assi, che danno la possibilità di ottenere forme più complesse dei semplici volumi di rotazione.
Quanto di più naturale, come la forma di un ciottolo di fiume levigato dal rotolamento lungo decine di migliaia di anni, può avere in comune con la forma riproducibile da sistemi integrati tecnologicamente all'avanguardia: vassoio e ciotola "Pebble" alludono a questa possibilità, i vasi "Eccentrico" al continuo movimento, al cambiamento di direzione improvviso. Tutto estremamente naturale, contemporaneamente artificiale.