Dalla sinergia tra due portavoce dello stile italiano nel mondo, come Scavolini e Diesel è nata, per la collezione Diesel Living, una cucina estremamente moderna nella progettazione e nella componibilità dei suoi elementi, ma allo stesso tempo caratterizzata dallo spirito vintage - declinato nei materiali, nei trattamenti e nelle finiture - che è da sempre parte del DNA di Diesel.

La tendenza dell’abitare contemporaneo prevede case sempre più piccole, soprattutto nelle grandi città, dove cucina e zona living spesso si fondono in un unicum progettuale. La cucina è quindi oggi ambiente non solo funzionale, ma sempre più spazio della socialità e del divertimento: nasce così per due marchi iconici il desiderio di un progetto in cui il design incontra l’informale.

Diesel Social Kitchen è un’estensione della filosofia Diesel applicata all’home collection, definita “premium Casual Living”, in cui alla cucina si aggiunge l’energia di una festa. Il risultato: un ambiente che unisce la modernità al comfort, il laboratorio per la cucina allo spazio per intrattenere gli amici.

Perfetta fusione tra il lifestyle di Diesel e l’esperienza, la tecnologia e il know how di Scavolini, Diesel Social Kitchen è un prodotto rivoluzionario per il settore caratterizzato da materiali diversi, nuovi ma vissuti, con toni di colore e sfumature del tutto inediti.

Per Scavolini, rappresenta un progetto globale capace di trainare l’apertura verso nuovi pubblici, specie all’estero. L’internazionalizzazione del brand passa, infatti, sempre di più attraverso concept unici capaci di reinterpretare il concetto stesso di ambiente cucina. La moda è insieme al design massima espressione del made in Italy, valore sul quale Scavolini ha da sempre costruito il proprio successo e l’associazione tra questi due mondi paralleli è stata quindi immediata.

Dal punto di vista stilistico, a definire il carattere del progetto sono volumi importanti e materiali naturali e essenziali - invecchiati con speciali trattamenti vintage - come legno, acciaio e il vetro lavorato insieme al metallo. Le ante si caratterizzano per la scelta del rovere, lavorato in modo da trasmettere alla vista e al tatto un effetto nodoso, naturale. Disponibili anche ante a vetro, proposte con il retino metallico, per un piacevole effetto “retrò”. Importanti anche le maniglie, di varie tipologie, in metallo anch’esse effetto used, come ad esempio il maniglione stile “americano” che definisce l’anta del frigorifero. L’idea è quella di dar vita ad un ambiente vissuto, che mixa con ironia un’anima vintage a dettagli di ispirazione industriale.

Per quanto riguarda la progettazione, la cucina è costruita non solo sulla componibilità dei singoli elementi, ma anche su moduli separati e liberamente assemblabili tra loro. A rappresentare questo aspetto del progetto è la collezione MISFITS, una linea di oggetti free-standing non modulari che si innestano nella cucina, come carrelli, tavoli ed elementi contenitivi.

Per godersi pienamente la Diesel Social Kitchen si raccomanda di invitare tantissimi amici!

Aprile 2016