A due passi dai colli Euganei - ma ugualmente comoda alla città di Padova - sorge una magnifica residenza, pensata e realizzata per venire incontro alle esigenze dei suoi proprietari: due giovani professionisti che dedicano gran parte della loro giornata al lavoro ma che, quando fanno rientro a casa, vogliono godersi al meglio la famiglia e il tempo libero.

Per raggiungere questo risultato, come ci spiega l’architetto Alessandro De Paoli - dello studio De Paoli, De Franceschi, Baldan autore del progetto – il primo passo è stato rivedere la distribuzione degli spazi interni rispetto alla loro disposizione originale. La struttura pre-esistente, infatti, pur avendo dei connotati di pregio, non era pienamente funzionale alle esigenze dei committenti.

Grazie ad un abile quanto complesso lavoro di restauro è stato quindi rivisitato il corpo scala centrale, che assume ora il ruolo di fulcro del progetto. Un elemento, questo, pensato per essere un vero e proprio trait d’union tra tutti gli ambienti della casa e nel quale si fondono materiali diversi: dalla pietra al vetro, dal legno della boiserie all’acciaio corten. Un mix splendidamente riuscito che dà vita ad uno spazio che collega il piano semi interrato al pianto attico, fino a sfociare su di un ampio tetto-giardino.

Anche se l’intervento di restauro è stato di notevole importanza, uno dei temi fondamentali del progetto è però ravvisabile nella sensibilità con la quale i nuovi elementi sono stati inseriti nell’architettura pre-esistente. Come ci racconta l’architetto De Paoli, una forma di rispetto voluta e dovuta nei confronti del progetto antecedente.

Grazie a questa particolare attenzione, ogni singolo elemento è stato inserito nel contesto in modo ragionato, creando un tutt’uno particolarmente armonioso. Oggetti d’arredo, elementi architettonici, materiali ma anche dispositivi per il controllo dell’energia elettrica: nulla è fuori posto.

Ad esempio i tasti e i comandi della serie Eikon Evo di Vimar. Scelti perché in grado di coordinarsi perfettamente con l’elegante contesto che li circonda, questi dispositivi, più che uno strumento per comandare diverse funzioni, assumono lo status di veri e propri oggetti d’arredo.

Presenti sia nella finitura Next – quando accostati alla superficie bianca delle pareti - che in quella nera total look – quando inseriti nel legno della boiserie - i dispositivi Vimar permettono di gestire al meglio illuminazione, luci e temperatura.

Un dialogo intelligente con la casa reso possibile grazie alla tecnologia sofisticata quanto semplice da utilizzare del sistema domotico By-me. Localmente tramite i comandi presenti in ogni stanza e centralmente attraverso i video touch screen da 4,3 pollici installati. Da questi pannelli di controllo possono essere infatti gestite tutte le funzioni domotiche. Illuminazione, climatizzazione, movimentazione di tende e tapparelle, allarmi tecnici e non: tutto può essere controllato e monitorato da un unico punto. Collegati con una targa esterna i video touch screen fungono anche da posto interno videocitofonico, mostrando un’immagine sempre chiara di chi suona alla porta e consentendo di aprire il cancello.

Attraverso il loro display è inoltre possibile richiamare uno dei diversi scenari precedentemente impostati: ecco ad esempio lo scenario “ingresso”, che alza tutte le tapparelle preparando la casa ad una magnifica accoglienza. O lo scenario “uscita” che, al contrario, spegne tutte le luci, porta il clima al livello di stand-by, e abbassa tutte le tapparelle. O ancora, lo scenario “vacanza”: quando i padroni di casa si trovano lontani per diversi giorni, il sistema simula la loro presenza in casa, accendendo in modo alternato le luci dei vari ambienti, sia all’interno che all’esterno dell’abitazione, per scoraggiare eventuali malintenzionati.

Ma le possibilità offerte dalla domotica Vimar però non finiscono qui. Poiché la sicurezza era appunto una prerogativa fondamentale, il sistema domotico Vimar è stato integrato con il sistema di videosorveglianza Elvox, che ha il compito di vigilare sull’intera abitazione utilizzando tredici telecamere ad alta definizione, sia da esterno che da interno. Le immagini riprese vengono registrate e possono essere riviste in un secondo momento grazie al DVR, o visionate in diretta attraverso uno dei diversi touch screen ma anche via smartphone, tramite all’app By-web di Vimar.

Grazie al Web server, infine, la supervisione e il controllo delle varie funzioni può avvenire anche da remoto. Tramite il loro smartphone i padroni di casa sono così sempre in contatto con la propria abitazione. Un filo diretto che permette loro di essere sempre tranquilli e sicuri.

Perché By-me è questo: un sistema dotato di una tecnologia che aiuta a vivere meglio, nel presente come in futuro.

www.vimar.com