Uno dei progetti più iconici della storia Foscarini, rivisitato in funzione delle nuove opportunità offerte dalla tecnologia LED: è Dolmen, disegnata da Ferruccio Laviani alla metà degli anni '90.

Un pezzo dal forte valore simbolico, espressione di un concetto di lampada-scultura che non passa mai inosservata grazie all’eccezionalità della sua forma monolitica, con quattro grandi fori simili agli oblò di una nave, e della sua insolita collocazione ad appoggio a parete, oltre che a sospensione.
L’utilizzo di una fonte luminosa a LED dimmerabile, con una luce calda e uniforme, ha consentito di riproporzionare il disegno della lampada, che diventa più sottile e con una maggiore pulizia estetica. Le finiture proposte ne trasformano la personalità, suggerendo emozioni ed ambientazioni diverse: arancione opaco di sapore industriale, alluminio spazzolato opaco di ispirazione hi-tech, oppure un caldo color bronzo. In tutte le versioni, Dolmen regala all’ambiente in cui è inserita il suo carattere deciso e la sua personalità immediatamente riconoscibile.