Immaginate di liberare la luce dalla fisicità di un prodotto.

E’ la magica sorpresa che si ottiene con Ivy, l’ultima creazione innovativa di Francisco Gomez Paz, con la quale prosegue il percorso progettuale di dematerializzazione della sorgente luminosa. Corpo, sorgente luminosa, sistemi elettrici, dissipatori, tutti componenti di una lampada che si riassumono in unico elemento, un circuito stampato flessibile di rame sott ilissimo e leggero, che nasce piatto per poi acquisire volume tridimensionale, grazie a una leggera piega. Queste esili lamine in rame si innestano sulla parete mediante un sistema di fissaggio che trasmette la corrente elettrica. La superficie interna è composta di LED ad alta efficienza che diffondono la luce proiettandola uniformemente sulla parete e nell’ambiente. La combinazione di elementi di diverse dimensioni genera un aggregato di foglie luminose, indipendenti ma complementari che si arrampicano sulle pareti seguendo logiche simili a quelle dell’edera sui muri di mattone.