Dalla magia della storica vetreria muranese, famosa in tutto il mondo, prendono forma nuovi affascinanti Progetti Luce e suggestive Collezioni Artglass.

Tradizione, design, studi creativi, innovazione e ricerca cromatica

Dal 1921 l’arte VENINI è frutto di un magico dosaggio fra tecniche esclusive di lavorazione del vetro di Murano, artisti inventori di forme e scelte di straordinari colori. La tradizione e il futuro convivono da sempre in un’originale dimensione, dove la conservazione dell’eleganza senza tempo incontra la continua ricerca di nuovi linguaggi espressivi e le abili maestranze dei Maestri vetrai modellano e plasmano l’estro creativo di designer e dei progettisti

 Esposizioni Venini Fuorisalone 2016:

Venini 1921 & Rocca 1794 - Piazza Duomo, 25 Milano Lunedì 11 aprile
OPENING SU INVITO dalle ore 18.30 alle ore 22.00.
Le collezioni Venini saranno esposte presso la location per tutta la durata del Salone del Mobile, dal 12 al 17 aprile.
Spazio Venini - Via Bigli, 6 Milano

Le nuove Collezioni Venini saranno esposte presso lo Spazio per tutta la durata del Salone del Mobile, dal 12 al 17 aprile.

MADDALENA  Alberto Biagetti|2016
“Questa luce affusolata disegnata per Venini si chiama Maddalena ed è un raggio luminoso, una fessura di luce che divide lo spazio. Il corpo di vetro è come ghiaccio e sciogliendosi lascia intravedere la struttura in metallo specchiante e un’anima di luce che nella parte più alta diventa di colore rosso come una candela di vetro. E’ possibile creare un gruppo di lampade ognuna con un’altezza diversa così da ottenere una piccola foresta di luce, tutte le case dovrebbero averne una perché è il luogo ideale dove perdersi e poi ritrovarsi. Il vetro è una materia antica piena di misteri, non abbiamo ancora capito quale sia la verità del vetro - forse perché luccica e ci inganna oppure perché ci riflette e quindi capita di avere a che fare con se stessi che non è mai facile. Il vetro è trasparente ma impenetrabile ha colori propri, governa la luce e possiede una fragilità che ci affascina ad ogni sguardo”.
Alberto Biagetti

KALIKA Massimo Iosa Ghini|2016

“Lampada da tavolo che trova ispirazione dalle forme della natura: da qui il suo nome, ‘Kalika’ che significa “bocciolo”, dal carattere forte e rigoglioso, nasce per sbocciare e dare vita ad una raffinata illuminazione.” Massimo Iosa Ghini

BLOSS URAStudio| 2016
“Il design di questa lampada multiuso è simile a un microcosmo. Le linee pulite e la luce verticale che irradiandosi dalla base viene diffusa da una sfera perfetta creano un’atmosfera rilassante e di benessere nell’ambiente”.
Emir Uras

ABACO Monica Guggisberg, Philip Baldwin|1980
“Da un lato la sfera: la forma più onnipresente nell’universo conosciuto. Dall’altro lato il calcolo matematico: il conteggio, i numeri, il tentativo senza fine dell’uomo di razionalizzare un mondo altrimenti intuitivo. Ma in questo caso le sfere filtrano luce, espressione di bellezza”.
Monica Guggisberg, Philip Baldwin

GIO PONTI Gio Ponti|1946
Riconoscibile per il tratto grafico di Gio Ponti questo lampadario è realizzato da flessuose forme che ci fanno sognare, dal 1946, raffinati ambienti della “Dolce Vita”. Nuovi colori: TALPA/VERDE trasparente – TALPA opalino

VERONESE Vittorio Zecchin|1921
Il Veronese fu soffiato per la prima volta nel 1921, grazie all’intuizione dI Vittorio Zecchin, L’Artista colse lo spunto da un dipinto del 1580 di Paolo Veronese “L’Annunciazione della Vergine”, conservato presso le Gallerie dell’Accademia di Venezia. L’opera in vetro ottenne un grande successo tanto da divenire il simbolo della Venini.
La forte carica espressiva del nuovo colore BLU MARE EDIZIONE LIMITATA IN 49 OPERE

VENINI
Venini è la più grande Fornace artigianale di Murano con, 13 forni accesi 24 ore al giorno per 11 mesi all’anno, 18 apparecchi per molatura, 500 tonnellate di sabbia silicea lavorata all’anno. Tradizione, maestria, sapere artigiano e collaborazioni illustri fanno di VENINI un’eccellenza tutta italiana. Fondata a Venezia da Paolo Venini e Giacomo Capellin nel 1921, l’Azienda è presto diventata un punto di riferimento nel panorama del vetro d’artista grazie anche alle collaborazioni con artisti e progettisti di livello internazionale che hanno sperimentato ed esplorato tutte le possibilità del vetro. L’identità stilistica che ancora oggi contraddistingue l’azienda è definita dalla reinterpretazione degli schemi tradizionali, dall’apertura verso le avanguardie artistiche e dalla padronanza delle tecniche di lavorazione grazie all’apporto dei migliori maestri vetrai dell’isola di Murano Durante la sua storia Venini ha collaborato con i migliori architetti e designer mondiali come Tomaso Buzzi, il pluripremiato Tobia Scarpa e suo padre Carlo Scarpa, la ceramista svedese Tyra Lundgren, i fratelli Fernando e Humberto Campana il pittore e stilista americano Ken Scott, Fulvio Bianconi, il designer e scultore finlandese Tapio Wirkkala e, ancora, Alessandro Mendini, il giapponese Tadao Ando, Gio Ponti, Gae Aulenti ed Ettore Sottsass. Venini è presente in Italia con un negozio monomarca nel quadrilatero di Milano, uno a Venezia, uno a Murano e nel mondo con diversi corner.