ALPI 2.0 debutta al Fuori Salone 2016 sotto la guida dell’art direction di Piero Lissoni. Protagonisti del nuovo percorso aziendale: la nuova immagine coordinata accanto ad inedite collezioni firmate da Lissoni, Fratelli Campana e Front presentate nella cornice del nuovo show-room di Via Solferino.

In occasione della design week milanese, ALPI - leader assoluto nella produzione di superfici decorative in legno composto e prima azienda al mondo ad averne industrializzato il processo manifatturiero – presenta importanti novità di prodotto e le prime concrete espressioni della collaborazione avviata a metà 2015 con Piero Lissoni, art director del marchio.

Una nuova immagine coordinata, dallo stile asciutto tipico della firma di Lissoni, espressa nel nuovo company profile, arricchito dal punto di vista iconografico dai raffinati scatti di Gianluca Vassallo, rappresenta il simbolo di un nuovo percorso aziendale proiettato verso una rinnovata apertura al mondo del progetto. Sono infatti numerose le novità di prodotto firmate dallo stesso Lissoni accanto ai Fratelli Campana e al duo svedese delle Front.

Tra le novità, i tranciati ALPI Piaçava e ALPI Pirarucu firmati dai Fratelli Campana che per le texture di queste inedite superfici lignee hanno preso spunto dalle incredibili espressioni dell’Amazzonia.

Il primo legno design è ispirato alla Piaçava, nome indigeno di una palma da cocco endemica dell’Amazzonia che raggiunge i 15 metri di altezza, le cui fibre particolarmente resistenti vengono utilizzate per la costruzione dei tetti delle capanne. Da qui il particolare motivo della texture filamentosa del nuovo ALPI Piaçava. Pirarucu è invece uno dei pesci d’acqua dolce più grandi al mondo, anch’esso tipico del Rio delle Amazzoni. Il nome, sempre dall’indigeno tupi, significa "pesce (pirá) rosso (arucu)", in riferimento alla colorazione delle scaglie, prevalentemente argentee ma rossastre sulla coda. Appartenente alla famiglia delle lingue ossee, che risalgono a oltre 100 milioni di anni fa, può essere considerato un fossile vivente e si caratterizza per la particolare conformazione della pelle, utilizzata nell’artigianato locale, che i designer hanno riprodotto nella nuova texture per ALPI.

Le nuove Designer Collection di tranciati ALPIlignum, firmate da Piero Lissoni, Fratelli Campana e Front, eterogenee nell’approccio stilistico, sono ideale espressione di quella libertà progettuale ed estetica che da sempre identifica la filosofia di ALPI, azienda dalla profonda cultura sartoriale che affonda le proprie radici nel passato con una visione nettamente orientata al futuro. Frutto di un affascinante processo produttivo, dove il tempo si è solo apparentemente fermato e dove una materia viva come il legno si esalta attraverso tecnologie innovative e l’importante eredità culturale del lavoro manuale: ALPI scompone e ricompone il legno di Pioppo, Tiglio o Ayous, tutti rigorosamente di origine controllata, in infinite essenze, finiture e decori attraverso un particolare processo che sfoglia il legno, lo tinge per immersione; infine, sovrapponendone i fogli tinti ricrea un nuovo tronco. Una fitta sequenza produttiva, in cui forma e sostanza dialogano tra tecnica e sapiente manualità.

A decretarne l’unicità è infatti proprio la perfetta coesistenza tra tecnica e craftmanship, istanze solitamente opposte ma qui parallele: da un lato ALPI è pura innovazione che anticipa le richieste del mercato; dall’altro, minuziosa sartorialità, dove la sperimentazione ne è da sempre la cifra stilistica. Una realtà d’eccellenza che grazie alla profondità di gamma - applicabile ad ogni superficie e a prodotti finiti - insieme alla capacità di progettare soluzioni bespoke è indiscusso riferimento tecnologico per il comparto del legno. Partner professionale per grandi aziende del  lusso, colossi dell’automotive e della nautica oltre a prestigiose realtà dell’arredamento, del product design, dell’architettura di interni e del contract a

360°.

A fare da cornice alle importanti novità di prodotto è il nuovo show-room che inaugura il 12 aprile, spazio permanente ubicato al numero 7 della centralissima via Solferino.

Un indirizzo esclusivo in uno dei distretti del design più importanti di Milano, il cui progetto è stato seguito dallo Studio Lissoni e Associati. L’allestimento ispirato dalla leggera cifra progettuale del designer esalta i legni ALPI, esposti in un ambiente dalla raffinata impronta architettonica dove convivono tecnologia e manualità; innovazione e tradizione secondo quel savoir-faire che da sempre caratterizza la filosofia del brand. Lo spazio, connotato da un’assoluta sobrietà mette in scena l’ampia offerta di ALPI, esaltandone le caratteristiche e unicità.

La scelta di aprirsi con forza al mondo del design è per ALPI un ritorno alle origini: la stessa passione che ha tracciato la storia del marchio già a partire dagli ’80 quando, grazie all’intuizione di Vittorio Alpi, oggi alla guida dell’Azienda, furono avviate prestigiose collaborazioni con nomi di spicco del design italiano quali, tra gli altri, Clino Castelli, Aldo Cibic per Memphis, Dino Gavina, Pierluigi Ghianda, Angelo Mangiarotti, Alessandro Mendini, Matteo Ragni, Ettore Sottsass, Matteo Thun, Marco Zanini.

ALPI: radici italiane per un’eccellenza internazionale Leader assoluto nella produzione di superfici decorative in legno composto, ALPI è stata la prima azienda al mondo ad industrializzarne il processo manifatturiero.

A decretarne l’unicità, la perfetta coesistenza tra tecnologia e lavoro manuale: da un lato ALPI è pura innovazione che anticipa le richieste del mercato; dall’altro, minuziosa sartorialità. Una realtà d’eccellenza che grazie alla profondità della gamma applicabile ad ogni tipo di superficie e a prodotti finiti – e alla capacità di progettare soluzioni bespoke è indiscusso riferimento tecnologico per il comparto del legno. Partner professionale per grandi aziende del lusso, colossi dell’automotive e della nautica oltre a prestigiose realtà dell’arredamento, del product design, dell’architettura di interni e del contract a 360° spaziando dall’hôtellerie ai multiapartment, dal retail agli spazi pubblici. Quello che distingue ALPI nel panorama mondiale è il controllo diretto dell’intera filiera, dal tronco al legno finito, partendo dalla gestione forestale tramite la catena di custodia assicurando così la garanzia d’origine legale e sostenibile del legno e la totale tracciabilità del prodotto. ALPI è quindi garanzia di un prodotto eco-responsabile, versatile e di design. Alla base, ingenti investimenti in R&D, materie prime di altissima qualità, tecnologia all’avanguardia e minuziose lavorazioni sartoriali. Altre importanti peculiarità sono l’ampiezza di gamma e la grande capacità di saper rispondere alle richieste specifiche di una committenza molto diversificata, anche attraverso lo studio e la progettazione di soluzioni customizzate one off ma anche ripetibili nel tempo per ogni singolo progetto

Oggi ALPI – guidata da Vittorio Alpi, nipote del fondatore – si sviluppa su un insediamento industriale di 180.000 mq. (di cui 52.000 coperti) in Italia e 346.500 (di cui oltre 67.000 coperti) in Africa, con una capacità produttiva di oltre 30 milioni di metri quadri annui, una distribuzione capillare in oltre 60 paesi. Si distingue per affidabilità e solidità con un fatturato in crescita.

ALPI S.p.A.

Viale della Repubblica 34

Modigliana (FC)

Tel. +39 0546 945411

www.alpi.it