La collezione Joy è disegnata da Stefano Spessotto e Lorella Agnoletto. Al Salone del Mobile Cerasa ne presenta, in anteprima, il restyling. Joy è uno dei modelli più apprezzati dal pubblico perché rappresenta al meglio il trend contemporaneo, con le sue linee pulite e molto pratiche, sottolineate dall’assenza di maniglie, sostituite da gole in tinta con il mobile, oppure in tonalità a contrasto, in base ai gusti del cliente.

È oggi disponibile in sei essenze legno (cacao, corda, natural, industrial, canapa e papiro) e in qualsiasi colore anche a campione, lucido, o opaco, o opaco con effetto graffiato o a poro aperto. La componibilità è davvero molto ampia per garantire versatilità e massimo sfruttamento degli spazi disponibili: da sottolineare la possibilità di scegliere basi con cassetti sagomati e pensili dal taglio inclinato, elementi che soddisfano il bisogno di contenimento, ma al tempo stesso alleggeriscono l’impatto visivo della composizione.
Ampia è la scelta di piani, lavabi, accessori e complementi per trovare la giusta soluzione per ogni spazio. Joy non è pensato solo per l’ambiente bagno ma, essendo versatile, può estendersi fino alla cabina armadio, ricavata da una porzione della stanza da bagno o da letto, così da avere un continuum ben organizzato e stilisticamente coerente. Anche la collezione Joy prevede elementi in lamiera che possono essere forniti in versione opaca in qualsiasi colore: pensili, tavolini, mensole, barra illuminata; quest’ultimo articolo può essere accessoriato con elementi in metacrilato quali scatole portaoggetti, specchio ingranditore, porta-­‐phon, supporto per magnete…
Tra gli articoli disponibili è possibile scegliere anche elementi per contenere la lavatrice e l’asciugatrice, basi lavatoio e con sacche portabiancheria, colonne attrezzate ad uso scarpiera: anche un ambiente prettamente funzionale, quindi, arredato con Joy, diventa raffinato e permette di esprimere al meglio il gusto e lo stile di chi lo vive.