Giochi dinamici di trasparenze e inediti accostamenti. Da tre generazioni MisuraEmme è fedele a valori forti e inderogabili: progetti 100% Made in Italy, realizzati con cura artigianale, sensibili alla sostenibilità ambientale e caratterizzati da un alto tasso di  personalizzazione.

Qualità riconosciute ed esportate anche oltre i confini nazionali grazie ad un processo di internazionalizzazione e valorizzazione del know-how aziendale.

L’allestimento dell’ampio spazio espositivo, firmato Mauro Lipparini, è stato pensato per offrire una panoramica dei prodotti a catalogo e, al contempo, mostrare la capacità aziendale nel soddisfare esigenze di total look per la zona giorno e la zona notte, aree concepite attraverso una perfetta sintonia di arredi, rivestimenti e complementi.

Il concept di “villa contemporanea” si articola nella suddivisione in stanze che dialogano tra loro grazie all’utilizzo deciso di trasparenze: un fil rouge che coinvolge l’intera superficie dello stand, caratterizzato altresì dall’impiego della boiserie come elemento funzionale, integrato negli arredi, e non più puramente decorativo.

Un giardino d’inverno di 18mq fa da quinta scenografica alle due aree giorno, uniformate dalla scelta di cromie, un mood omogeneo che facilita la lettura dello spazio senza soluzione di continuità: marmo Nero Marquinia, Olmo Grigio, Rovere Fumè e Cenere si alternano in un gioco dinamico arricchito da particolari elementi divisori in metallo bronzato. Collezioni e pareti si vestono di materiali ricercati proposti in inediti accostamenti.

Linee pulite ed eleganza discreta si ritrovano nelle nuove proposte dell’Arch. Lipparini che continua la sua storica collaborazione con l’azienda.

Grande attenzione è stata riservata alla progettazione delle Madie, presentate in versione a terra e sospesa. Proposte attraverso due diverse collezioni, si caratterizzano per l’utilizzo delle basi derivanti, rispettivamente, dai tavolini Kessler e dal divano Madison.

Questi elementi contenitori, dall’importante presenza volumetrica, sono impreziositi dall’abbinamento di particolari texture, ulteriore accento di contrappunto estetico.

La zona giorno si arricchisce con una nuova variante della Poltrona Florentia, quest’anno presentata con una nuova base in legno massello curvato, e di una serie di nuovi tavolini Gramercy dalle differenti forme e finiture.

Per la sala da pranzo viene invece proposto un nuovo tavolo rotondo declinazione del tavolo Ala, firmato Ferruccio Laviani, dall’importante diametro e provvisto di Lazy Susan: il piano in marmo si coniuga perfettamente alla finitura della base in un mix vintage e contemporaneo.

I sistemi giorno Urban, design by Iriam Bettera, e Crossing, nella loro estrema libertà compositiva, si svincolano dal concetto del mobile come puro contenitore e diventano veicoli di suggestioni d’arredo, grazie alla contro-illuminazione LED e all’integrazione di diversi concept, presi in prestito anche dalla zona notte: il sistema Palo Alto e l’anta Narcisse si trasferiscono così nell’area living, portando con sé quella leggerezza e trasparenza leitmotiv 2016.

Anche il tema degli accostamenti bi-materici, sperimentato lo scorso anno con il letto Sumo, fa la sua comparsa nell’area giorno attraverso diverse sedute presentate in versione bi-colore e bi-materica: dalle poltrone Ermes e Florentia, presentata in un’inedita rivisitazione, alle sedute Michelle.

Le ambientazioni create per le due zone notte sono ricche di novità.

Due i nuovi letti presentati: Cosy e il sommier Ghiroletto.

Il primo caratterizzato da una testata dinamica e dall’utilizzo di inserti in pelle che la definiscono lateralmente, il secondo appositamente studiato per il settore contract: è qui che la boiserie più si allontana dall’essere elemento decorativo e diventa parte dell’arredo, costituendo di fatto la testata imbottita del letto contenitore.

Il sistema Palo Alto, progettato dall’Ing. Gianni Borgonovo, si evolve ed è ora in grado di accogliere tutte le tipologie di ante a catalogo: sarà presentato in stand con le ante London e Narcisse. L’inedita possibilità di creare un angolo trasparente si inserisce perfettamente nell’allure dell’allestimento.

Altri arredi, icone del brand MisuraEmme, arricchiscono lo stand. Tra questi troviamo il carrellino bar AR1 disegnato da A.Roth e leTensolibrerie di W. Laubersheimer  facenti parte della collezione Atelier di MisuraEmme, le sedute Archetto, Cleo e Surface esemplificative della inclinazione alla sperimentazione dell’azienda, la consolle Virgo e i tavolini Hill in diverse dimensioni e finiture, l’I-Box Milano perfezionato dalla maniglia Acanto.

MisuraEmme continua la sua evoluzione alla ricerca di qualità, design e innovazione: un cammino che contraddistingue la società da oltre cent’anni.

Superfici ricercate ed eleganti, essenze, marmi, metalli e tessuti trovano la perfetta collocazione in atmosfere soft dove giochi materici guidano lo sguardo attraverso l’articolato percorso progettuale firmato MisuraEmme.

SALONE DEL MOBILE MILANO - APRILE 2016

Hall 7 - Stand G09-H16