L’impresa veneta presenta al Salone del Mobile un modello produttivo made in Italy, ispirato a un nuovo stile d’abitare. 

Salone Internazionale del Mobile 2017 - Milano, 4-9 aprile 2017 – Case history esemplare nel mondo del design made in Italy, Gruppo Euromobil con i brand Zalf mobili, Euromobil cucine e Désirée divani si presenta al Salone 2017 con un’architettura espositiva calda e accogliente, accompagnata da scenografie eleganti ed essenziali, capaci di ricreare la propria filosofia dell’abitare contemporaneo. Atmosfere che partono dalla cultura di un design contemporaneo per tutta la casa in grado di definire una relazione profonda tra gli spazi abitati e il benessere delle persone che li vivono seguendo la filosofia del Total Home Design, un progetto di arredo di casa totale, unico e distintivo, dove gli ambienti sono integrati tra loro in modo armonico e funzionale.

Quella di Gruppo Euromobil è la storia di un’azienda partita nel 1972 che attraverso l’accortezza delle scelte della proprietà - i fratelli Antonio, Fiorenzo, Gaspare e Giancarlo Lucchetta - si è profondamente trasformata, crescendo fino a diventare uno dei più importanti gruppi industriali nel mercato dell’arredamento internazionale.

Con un fatturato globale che nell’ultimo anno ha riscontrato un aumento del 5%, Gruppo Euromobil oggi è formato da Euromobil per le cucine, Zalf per le zone living, armadi guardaroba, spazio bambini e ragazzi, uffici e da Désirée per divani, poltrone e letti. Tre i modernissimi siti produttivi situati nel trevigiano, 175.000 mq di cui 70.000 mq coperti e una forza lavoro di 250 addetti, che creano sistemi e collezioni di arredo 100% made in Italy, destinati ai diversi mercati in Europa, India, Cina, Stati Uniti, Giappone, Russia e Corea, Emirati Arabi, Israele.

Tanti i progettisti che collaborano con le tre aziende del Gruppo, Roberto Gobbo, che insieme al team R&S di Zalf, ha firmato le nuove geometrie e finiture per il sistema Link System e l’ampliamento di nuovi complementi per la collezione Plan, aumentando in modo esponenziale le opportunità progettuali. Per la gamma Désirée, ricordiamo la nuova collaborazione con lo Studio Matteo Thun & Antonio Rodriguez che hanno progettato il divano Overplan; Marc Sadler, il divano Lovely Day e ancora Jai Jalan, le linee morbide e avvolgenti del divano Avì Es. Chiude il quadro, lo studio giapponese Setsu&Shinobu Ito che sempre per Désirée ha firmato la poltrona Alasia, l’originale collezione di tappeti Syon e infine lo stile naturale dei tavolini Tomo.

Oltre che come imprenditori, i fratelli Lucchetta sono infine molto conosciuti nel mondo dell’arte internazionale per la peculiare capacità di affiancare impresa e cultura, attraverso un’ininterrotta opera di mecenatismo che parte da lontano, agli inizi degli anni ’80, e che ha dato sostegno a oltre 500 mostre nei musei di tutto il mondo, tra i quali, il Louvre e il museo d’Orsay a Parigi, l’Hermitage a San Pietroburgo e il Guggenheim di Bilbao.

A conferma dell’imprinting artistico del Gruppo, allo stand del Salone saranno esposte le opere di alcuni vincitori delle più recenti edizioni del Premio Internazionale Gruppo Euromobil Under 30 ispirate al concetto di casa: General KrasnoV's residence, Verzegnis #001 AB, a firma del duo di artisti The Cool Couple; Adam and Eve, 2016 di Lorenzo Mariani in arte L’orMa; “I think we dream so we don’t have to be apart for so long. If we’re in each other’s dreams, we can be together all the time.” Winnie the Pooh di Matthew John Atkinson e infine Erbario 2009 di Margherita Cesaretti.

Anche quest’anno Gruppo Euromobil lascerà dunque un segno distintivo al Salone Internazionale del Mobile 2017: un nuovo percorso abitativo ricco di spunti progettuali di design per la casa totale, capaci di anticipare le attese di un mercato che evolve velocemente.