Punto di riferimento del settore a livello internazionale, il Salone del Mobile.Milano sta mettendo a punto la prossima edizione che si presenta con un nuovo format del settore classico e due eventi, visioni inedite del design contemporaneo e dello spazio lavoro.

Imprescindibile la stretta collaborazione con Milano, che fa della città e della manifestazione la capitale del design, come annuncia la campagna ADV. Mancano poco meno di 60 giorni all’apertura della 56 a edizione del Salone del Mobile.Milano che si conferma la vetrina d’eccellenza della qualità e innovazione del settore e l’appuntamento internazionale degli addetti ai lavori, e non solo, capace di attrarre con la sua completa e ampia offerta merceologica – dagli arredi alle luci agli ambienti di lavoro – oltre 300.000 visitatori da più di 165 Paesi e far parlare di sé più di 5.000 giornalisti da tutto il mondo.

5 le manifestazioni che si svolgeranno in contemporanea da martedì 4 a domenica 9 aprile presso il quartiere Fiera Milano aRho con apertura agli operatori apertura agli operatori apertura agli operatori tutti i giorni dalle 9.30 alle 18.30, e nelle giornate di sabato e domen 9.30 alle 18.30 sabato e domenica anche al pubblico sabato e domenica anche al pubblico: Salone ica anche al pubblico Salone Internazionale del Mobile, Salone Internazionale del Complemento d’Arredo, Euroluce, l Complemento d’Arredo, Euroluce, Workplace3.0 e SaloneSatellite Workplace3.0 e SaloneSatellite ace3.0 e SaloneSatellite.

“Il Salone del Mobile è in dirittura d’arrivo e viaggia verso la meta di aprile con marcato ottimismo sia da parte delle aziende partecipanti che di noi organizzatori”, afferma Roberto Snaidero, Presidente Roberto Snaidero, Presidente Presidente del Salone del Mobile.M del Salone del Mobile.M del Salone del Mobile.Milano. “Positività dettata dalla buona performance del settore nei primi dieci mesi del 2016 e che fa sperare di poter confermare questa tendenza anche nei prossimi mesi. L’arredo italiano è in continua crescita su quasi tutti i mercati internazionali. La forte vocazione internazionale del Salone del Mobile ha infatti richiamato alla scorsa edizione un 67% di operatori esteri di  di alto profilo e con forte potere di acquisto”. Alto profilo e con forte potere di acquisto secondo i dati elaborati dal Centro Studi Federlegno Arredo Eventi, l’export nei primi dieci mesi del 2016 conferma il suo ruolo di punto di forza per lo sviluppo delle imprese per lo sviluppo delle imprese italiane dell’arredo e dell’illuminazione: le vendite italiane dell’arredo e dell’illuminazione generate all’estero, infatti, tra gennaio e ottobre dello scorso anno hanno superato gli 11 mil superato gli 11 miliardi di euro, con segnali di crescita importanti soprattutto in Francia (+5,3%), Stati Uniti (+8,1%) e Cina (+18,4%). “ICE lavora da anni in stretta sinergia con FederlegnoArredo a supporto del Salone del Mobile e delle eccellenze produttive di cui è vetrina prestigiosa”, dichiara Giovanni Giovanni Sacchi, Direttore dell'Ufficio di Coordinamento Pro Sacchi Direttore dell'Ufficio di Coordinamento Promozione mozione del Made in Italy del Made in Italy del Made in Italy dell’ICEAgenzia per la promozione all’estero e l’internazionalizzazione delle imprese italiane. “Un’ampia campagna di comunicazione off e on line è stata realizzata sulle principali testate di settore estere nei mesi antecedenti il Salone, mentre nell'arco dell'anno sono tanti gli appuntamenti promozionali in agenda che toccheranno Cina, USA, Russia, Iran, mercati prioritari per il nostro export".