Showering, Spa Rituals e Home Wellness sono i termini anglosassoni che indicano il mondo intorno all’area doccia e vasca da bagno. È questo l’universo di Glass1989, azienda di Oderzo (Treviso) che vive un periodo particolarmente positivo, grazie alla flessibilità della struttura produttiva e alla capacità di adattamento a una domanda in rapida trasformazione.

Stefano Boccalon – CEO del Gruppo – spiega così la precisa scelta che ha portato l’Azienda, negli anni, ad estendere la produzione a tutte le famiglie di prodotto che nell’ambiente bagno contribuiscono al benessere dell’utente e alla progettazione d’interni : “dal 2008 a oggi Glass ha allargato il proprio catalogo con un approccio da specialista, investendo in nuove categorie prodotto secondo un concetto di benessere allargato e accostando alle storiche della vasca idromassaggio e del box doccia le famiglie dei piatti e chiusure doccia, saune e hammam”.

L’offerta Glass comprende oggi soluzioni modulari di saune e hammam domestici e professionali, sofisticate vasche idromassaggio per spazi interni ed esterni, combinazioni personalizzabili di spazi doccia multifunzione, che eleggono il bagno a luogo del benessere per eccellenza. Complice anche la collaborazione di Glass1989 con molti designers tra cui, i più recenti, Meneghello Paolelli.

“Negli ultimi cinque anni abbiamo concentrato la maggior parte degli investimenti nello spazio doccia – racconta Boccalon - piatti,chiusure e chiusure attrezzate con funzionalità benessere – assecondando le tendenze del mercato e l’evoluzione dei consumi”. La doccia, infatti, entra sempre più nella progettazione degli spazi con piatti materici, colorati e a filo pavimento. Analogamente le chiusure rispondono a una richiesta di personalizzazione e ad ambienti in cui bagno e spazi adiacenti sono sempre più compenetrati.

“La peculiarità di Glass1989 - continua Boccalon - è senz’altro quella di proporre un’offerta ampia e trasversale sia come prodotti che come segmentazione della proposta. Le performances più che positive di questo anno, con un ordinato a + 40% nel mercato domestico, confermano la bontà della strada intrapresa. Ora il nostro obiettivo di medio termine è quello di rafforzare la presenza nei mercati esteri focus, portando il peso dell’export al 60%”.

Il 2016 per il Gruppo Glass consoliderà un fatturato in crescita del 20% di circa 25 milioni di euro e crescite generalizzate in tutte le categorie produttive, in particolar modo in ambito showering. Il mercato italiano resta il primo mercato dell’azienda opitergina, con il 60% del fatturato. Lo stabilimento di Oderzo, di oltre 20.000 mq, occupa più di 120 dipendenti.