Proseguiamo con le interviste agli "opinion leader" del settore dell'arredo. Abbiamo rivolto qualche domanda ad Alessandra Grassi di Consigli per la Casa, che ha davvero un'opinione molto alta del Salone del Mobile. E ha ragione, naturalmente!
Ecco cosa ci ha detto.

Alessandra, qual è la tua opinione generale sul Salone del Mobile di Milano?
Inutile girarci intorno, il salone del Mobile di Milano non è soltanto la più importante manifestazione in Italia dedicata al design e all’arredamento ma è  l’ “Evento”, forse l’unico, a mio parere.
Solo vivendolo nelle sue mille sfaccettature si può capire cosa intendo e cosa rappresenti il Salone del Mobile per Milano: la frenesia dei preparativi di tutti coloro che vi orbitano intorno, la ricerca della perfezione da parte delle aziende nell’allestimento degli spazi, le aspettative di chi presenta i propri prodotti sapendo che lì si giocano mesi di lavoro e investimenti importanti, la realizzazione degli eventi del Fuorisalone, la città di Milano che si prepara ad accogliere migliaia di visitatori. Ecco, questi, sono tutti aspetti che conosco molto bene, non solo come blogger, ma anche per aver partecipato all’allestimento degli stands con l’azienda di famiglia e da semplice cittadina residente a Milano: una visione a tutto tondo, direi.
Considera anche un altro aspetto. A questo evento ci si prepara per tempo, nulla è improvvisato: non si fa in tempo a finire un’edizione che già ci si prepara per la prossima, cercando di dare il massimo e di fare sempre meglio. Un aspetto, a mio avviso, fondamentale perché le aziende, in concorrenza tra loro, cercano di anno in anno di stupire sempre più, primeggiare, proponendo collezioni nuove e all’avanguardia per tecnologia e design: in quest’ottica, il salone del Mobile di Milano rappresenta una spinta propulsiva inimmaginabile, diretta a migliorare le nostre abitudini quotidiane e il nostro modo di concepire lo spazio domestico facilitandoci la vita… e non mi pare davvero cosa da poco!

Andrai a questa edizione 2016 del Salone?
E come potrei perdermela! Ormai sono anni che vi partecipo e ogni volta è come se fosse la prima volta.
Purtroppo non riesco a visitare tutti gli stands dedicandoci il tempo che vorrei: ovviamente vado in quelli dove sono invitata e in quelli che d’impatto mi incuriosiscono di più. E, naturalmente, agli eventi del Fuorisalone che, spesso, sono cosi’ ben organizzati e concepiti da regalare un’esperienza unica, indimenticabile, per immergersi nel profondo della creazione del prodotto e nella idea che ne sta alla base! Quest’anno, ne prevedo delle belle!

Quali sono secondo te i trend che quest’anno domineranno questo importante evento legato al mondo dell’Interior Design?
Dalle anteprime che ho avuto modo di visionare credo che, quanto ai materiali, si avrà una predominanza del legno (materiale che adoro), forgiato in varie declinazioni e proposto anche in maniera del tutto originale. Ma anche l’accostamento di materiali a contrasto tra loro come, appunto, il legno, materiale caldo per eccellenza, abbinato a materiali freddi come l’alluminio e l’acciaio, per un contrastapposizione tattile e visiva estremamente piacevole e capace di adattarsi ad ogni stile d’ambiente, dal moderno al classico, che quest’anno segnerà un grande ritorno, seppure in un’ottica del tutto moderna e all’insegna di nuove tecnologie e della eco-sostenibilità.
Quanto alle forme stilistiche, prevarrà un design pulito e lineare: semplicità, innanzitutto.
Ma le parole d’ordine che caratterizzeranno il Salone del Mobile 2016 saranno “praticità” e “funzionalità”,  gli “ingredienti” principali della casa contemporanea e del vivere moderno: scommettiamo? 

Ringraziamo Alessandra per le sue belle risposte.