Un cubo idealmente sospeso nell’aria, in realtà appoggiato su un piano diafano. La forma essenziale, gli elementi naturali come l’acqua, i materiali utilizzati, come il legno e la pietra. Tutto questo e molto altro da vita a The Cube Hotel.

Siamo a Fidenza (Parma), a pochissima distanza dal casello autostradale dell’A1. Una posizione strategica, della quale però ci si dimentica non appena varcata la soglia d’ingresso della struttura.

Una volta entrati, infatti, si è subito immersi in un ambiente di rilassante accoglienza, caratterizzato dall’utilizzo di materiali vivi come il legno dei pavimenti, la pietra naturale applicata alle pareti, queste ultime disposte in modo tale da accompagnare l’occhio alla contemplazione di piccoli giardini esterni.

Altra particolarità è data dal fatto che i cinque piani su cui è composta la struttura, ospitanti le 60 camere, si sviluppano attorno ad uno spazio centrale a tutt’altezza, che si affaccia su di un giardino zen. Lo stesso spazio centrale culmina al sesto piano in un ampio lucernario trasparente, che trasmette all’intero edificio un intenso senso di luce e ariosità. La distribuzione delle camere, inoltre, non avviene attraverso comuni corridoi, ma in vere e proprie logge panoramiche, protette da parapetti in vetro e definite da un colonnato.

In questo contesto, anche la scelta della serie civile a cui affidare il controllo dell’illuminazione e l’accesso all’energia ha seguito un concept ben preciso: la ricerca della purezza delle forme pensata per favorire il benessere degli ospiti. Per questo è stata scelta la serie Arké. Progettata da Vimar per offrire un nuovo modo di vivere l’energia con tutta la qualità del made in Italy, Arké è stata disegnata nel presente per il futuro: un oggetto semplice ma attuale e di lunga durata che entra negli spazi di The Cube Hotel in modo concreto e intelligente, anche grazie all’integrazione con il sistema di gestione alberghiera Well-contat Plus.

Se le placche Arké si spogliano da ogni decoro fine a sé stesso, la tecnologia del sistema Well-contact Plus, fungendo da maggiordomo invisibile, definisce un nuovo modello di ospitalità, per offrire agli ospiti un soggiorno all’insegna del comfort.

Check-in e check-out nella struttura, segnalazione di stato della presenza degli ospiti, allarmi tecnici o di emergenza che indicano eventuali guasti ai dispositivi elettrici e richieste di intervento da parte del cliente; stato delle luci e della temperatura: tutto può essere programmato e supervisionato da un unico punto, la reception. Una tecnologia intelligente che semplifica il lavoro del personale e consente agli ospiti di godersi comodamente il loro soggiorno. Grazie a Well-contact Plus, una volta inserita la tessera nei lettori porta card presenti in ogni camera, infatti, le luci si attivano, la temperatura si porta al livello desiderato e la presenza dell’ospite viene prontamente segnalata alla reception. Per soggiornare coccolati dal massimo del comfort.

E se per i dispositivi dedicati al controllo dell’illuminazione sono state scelte le forme contemporanee di Arké, per i lettori di card da esterno stanza sono state scelte quelle esclusive di Eikon Tactil. La liscia superficie della lastra in puro cristallo che le riveste, presenta una simbologia a led retroilluminata che avvisa il personale nel caso il cliente non voglia essere disturbato o, al contrario, nel caso in cui richieda l’intervento per rassettare la camera. I lettori di card Eikon Tactil, grazie alla loro superficie in cristallo, incantano per la loro luminosità. Un’immagine raffinata e definita. Una presenza impercettibile dal fascino delicato che sporge dal muro pochi millimetri grazie a una silhouette impeccabile.

Entrando in ciascuna delle 60 camere e suite si incontrano spazi caratterizzati dalla costante ricerca del dettaglio, dalla continuità dei pavimenti in legno e degli elementi naturali, dagli arredi su misura, e dalla fuga dalla ripetizione grazie alle carte da parati che con svariate grafiche richiamano i decori dei paraventi orientali del XXVII secolo.

Così, in un contesto di massima attenzione al benessere degli ospiti, dove la sensibilità ai temi naturali ha guidato la progettazione verso una strada di rispetto dell’ambiente, una grande importanza ha rivestito anche l’impiego delle tecnologie più avanzate, tra tutte quella Vimar.

 

Fonte: Ufficio Stampa Gagliardi & Partners