Lo show room antoniolupi di Porta Tenaglia raddoppia: gli ampi spazi ripensati da Calvi Brambilla per una presenza importante in una Milano sempre più internazionale.

Spazio, luce, ordine. Sono cose di cui gli uomini hanno bisogno, come hanno bisogno di pane o di un posto per dormire.
(Le Corbusier)
Al bivio fra due scelte: così Andrea Lupi si rappresenta nel raccontarci il progetto di ampliamento e ridefinizione del suo show room di Porta Tenaglia.
La prima opzione: quella più fisiologica e naturale era il ripensare lo spazio attraverso le risorse creative e progettuali interne all'Azienda.

La seconda opzione: portare fuori dall'Azienda il progetto ed affidarlo a professionisti. Andrea Lupi ha scelto questa seconda opzione, affidando l'incarico a Fabio Calvi e Paolo Brambilla, professionisti della progettazione ed interior attivi sulla scena del design e della moda dal 2006.
Una scelta che Andrea Lupi definisce 'illuminata' in senso duplice: per l'approccio con cui lo studio si è accostato alla richiesta di collaborazione e per la direzione in cui la stessa si è sviluppata.
“Non hai bisogno di noi” è satata la prima reazione di Fabio e Paolo durante il primo sopralluogo presso gli spazi espositivi di Milano e di Stabbia, ma la volontà dell’antoniolupi era quella di andare 'oltre' alla consuetudine e di sondare un territorio diverso.

Importante novità relativa al dehors dello show-room che con questo ampliamento arriva ad affacciarsi sul Parco Sempione: il largo marciapiede antistante allo spazio sarà di utilizzo esclusivo della antoniolupi e servirà per realizzare un’area verde attrezzata con panchine, sedute e una fontana per dare sollievo alla sete di umani ed animali. Un piccolo progetto di riqualifica e valorizzazione degli spazi urbani che antoniolupi 'regala' alla città di Milano.

Allestimento e set up dei prodotti: Paola PASTORINI