Porta la firma di Simone Micheli la nuova linea “Sconnessi” prodotta da Boffetto e presentata in contemporanea con l’uscita del film omonimo per cui è stata appositamente concepita e in commercio dal 1 aprile 2018.

E costituita da un importante tavolo da pranzo in solid surface e legno, due librerie, una compatta e una componibile, e una serie di coffee table hi tech che rendono questa collezione giovane e “connessa” all’abitare contemporaneo. 

Sconessi, nelle sale il 22 febbraio, è una commedia dai toni agrodolci, firmata da Christian Marazziti, che sviluppa il tema quanto mai d’attualità della dipendenza sempre più diffusa da dispositivi e connessioni wi-fi. 

Il set di Sconnessi, realizzato nello storico Museo delle Miniere di Fiera di Primiero in Trentino, è stato curato dall’architetto Simone Micheli. L’architetto toscano ha voluto rendere ancora più particolare l’atmosfera della casa di montagna della famiglia Ranieri, gli “sconnessi” del film, disegnando una linea dedicata, prodotta da Boffetto, azienda che ha nel suo DNA la reattività e la capacità di legarsi a progetti speciali. 

Se i protagonisti del film si sentono persi senza le abituali connessioni wi-fi, Boffetto rinsalda invece ancor più i suoi legami con l’arte, allargando il proprio raggio dal mondo della pittura e della scultura a quello del cinema, la Settima Arte.