Il Salone del Mobile. Milano

Axor: il bagno visto dai grandi designer del nostro tempo

Con il miscelatore termostatico doccia Axor One, Barber & Osbergy reinterpretano la gestualità con cui si attiva o si interrompe il flusso dell’acqua nonché la regolazione della temperatura. Un clic per aprire e uno per chiudere l’acqua, proprio come un interruttore. La manopola è in realtà un selettore di temperatura nonché un regolatore della portata. In pratica una volta pre-selezionata la temperatura e la quantità d’acqua desiderate la doccia si attiva premendo sulla placca un grande pulsante meccanico (o due se si sceglie fra soffione e doccetta manuale). Un modo per semplificare la fruizione ma anche per risparmiare acqua, senza contare che nella modalità Eco si abbattono i consumi fino al 50%. 

Stile italiano per Antonio Citterio che firma la terza collezione Axor: Axor Citterio E. Manopole a croce per regolare il flusso; deviatori a levetta (o facili pulsanti) per scegliere il soffione o la doccetta manuale; termostati cilindrici per la temperatura. Niente movimenti complicati o sgradevoli effetti come scottature, getti indesiderati o incomprensibili istruzioni per quello che deve essere un rituale di piacevole risveglio o di preparazione al sonno. Completa la trasversalità della linea una gamma di 35 accessori Axor Universal destinati a corredare trasversalmente le diverse rubinetterie e docce a marchio Axor e che grazie alla loro funzionalità ha ricevuto il German Design Awards 2016, uno dei riconoscimenti di design internazionali più prestigiosi.

SALONE DEL MOBILE DI MILANO (12-17 Aprile Rho Fiera Milano)
AXOR PAD. 22 F23 F27

Potrebbe piacerti anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *