Le porte filomuro appartenenti a Sistema Zero di FerreroLegno, linea funzionale e di design nata per rispondere all’evoluzione delle esigenze estetiche e architettoniche dell’abitare contemporaneo, sono protagoniste dello scenografico progetto di una residenza privata.

Situata a Lesa, si estende su una superficie di 380 mq e offre un’incantevole vista panoramica sulla suggestiva cornice del Lago Maggiore e del paesaggio montano circostante.

Realizzato dell’architetto Roberto Manzetti in collaborazione con lo studio Design House Liberty di Londra, il concept vede la forte connessione tra spazi interni ed esterni, dove il paesaggio circostante scorre in modo fluido in simbiosi perfetta con la casa. In coesione tra loro, casa e paesaggio formano un design lineare e funzionale, che massimizza la connessione tra spazio interno ed esterno.

La forma della casa è libera, dettata dall'orientamento della distribuzione interna, e organica, poiché aperta verso il verde che la circonda fondendosi con il paesaggio esistente. La struttura è studiata su tre diverse relazioni dello spazio: uno spazio interno, uno spazio interno/esterno e uno spazio esterno.

Ambienti calibrati che vibrano di luce proveniente dalle generose vetrate e materiali quali cemento, acciaio, vetro, alluminio ne rappresentano il linguaggio progettuale, in cui la continuità visiva tra paesaggio e architettura si esprime in un gioco equilibrato tra pieni e vuoti, densità e luminosità.

L’interior design dalle linee pulite e minimali, è esaltato dal modello filomuro Equa Zero di FerreroLegno nella finitura laccata opaca Ral 9003 che, grazie alla totale integrazione con la parete, permette di rendere le aperture invisibili e non alterare la continuità delle superfici verticali, con risultati di grande impatto estetico.

Elemento architettonico principe di questo prodotto, che assicura la perfetta complanarità con la parete, è il telaio A_Filo, completamente integrato nel muro, i cui innovativi particolari costruttivi garantiscono nel tempo prestazioni ottimali. Realizzato in alluminio di alta qualità, questo telaio viene trattato con un processo di anodizzazione per proteggere ulteriormente l’alluminio da fattori corrosivi e facilitarne la successiva finitura. Una soluzione d’eccellenza, curata nella qualità e nei dettagli, che assicura un raffinato risultato estetico e permette una facile posa in cantiere. Il sistema di fissaggio al muro o al cartongesso è stato, infatti, studiato per essere semplice e rapido. L’anta filomuro conquista così una nuova identità: non scompare, ma diviene un “oggetto” di design essenziale, presente e accattivante. Il risultato sono soluzioni dallo spiccato carattere in cui si può giocare con gradevoli contrasti cromatici o con un armonico effetto di continuità.

“Ho scelto FerreroLegno per l’elevata professionalità, l’alta qualità dei prodotti, l’eccellente assistenza tecnica e la capacità di realizzare configurazioni personalizzate” commenta l’architetto Roberto Manzetti. “Per soddisfare le esigenze progettuali, le porte filomuro, fornite dal rivenditore Villa Defendente di Lissone, sono state realizzate in due diverse altezze - 272 mm e 290 mm – senza traverso superiore, per un elegante allineamento del pannello al soffitto, e con serratura magnetica.”

FerreroLegno si dimostra così un partner affidabile per progettisti e interior designer, capace di soddisfare

le richieste di una committenza sempre più evoluta, grazie a una gamma integrata di prodotti e a infinite combinazioni e personalizzazioni in termini di materiali – legno, laminato, vetro e vetro/alluminio – finiture e misure. Nascono così spazi esteticamente coerenti e funzionali, caratterizzati da una forte coordinabilità e libertà progettuale.

Fonte Ufficio Stampa Studio Roscio