Si svolgerà dal 24 al 26 ottobre, presso la Nuova Fiera del Levante di Bari, la prima edizione di Saie Bari 2019, il Salone delle Tecnologie per l’Edilizia e l'Ambiente Costruito 4.0, nato con l’obiettivo di diventare il punto di riferimento del Centro e Sud Italia e del bacino del Mediterraneo per l’intera filiera delle costruzioni.

Un’occasione di business e networking, attraverso i percorsi chiave dell’innovazione, della sicurezza sismica, della sostenibilità e della trasformazione digitale.

L’industria italiana della ceramica e dei laterizi sarà presente con un’area espositiva (Nuovo Padiglione stand K23), promossa da Confindustria Ceramica sotto l'egida del marchio collettivo Ceramics of Italy. All’interno dello spazio, sarà proiettata una mostra digitale con le ultime novità nella produzione di piastrelle italiane e vi sarà uno spazio dimostrativo pratico sulle più avanzate tecniche di posa delle lastre ceramiche di grandi formati a cura dei maestri piastrellisti di Assoposa. Lo stand prevede inoltre l’esposizione di due mock-up, riproduzioni di soluzioni in laterizio conformi ai CAM edilizia: una muratura di tamponamento ad elevate prestazioni termiche e una muratura portante antisismica.

All’interno del ricco programma di incontri e seminari, sono due gli eventi organizzati da Confindustria Ceramica Raggruppamento Laterizi, nelle giornate di giovedì e venerdì.

Giovedì 24 ottobre alle ore 12.30 presso il Nuovo Padiglione stand K09 è in calendario l’incontro “Progettare la muratura strutturale con PRO_SAM” con gli interventi dell’Ing. Paolo Morandi e dell’Ing. Giuseppe Merignolo. PRO_SAM è il software per la progettazione e verifica strutturale degli edifici in muratura ordinaria e armata.  Ai fini delle verifiche di sicurezza sismica, le norme tecniche per le costruzioni NTC, di cui al DM 17/01/2018, indicano quali eseguire sugli murature strutturali. I metodi di analisi sono anch’essi definiti nelle norme, che consentono analisi statiche o dinamiche lineari e analisi statiche o dinamiche non lineari.

Il giorno successivo, venerdì 25 ottobre alle ore 10.30, nella stessa location si terrà l’incontro “L’involucro edilizio: dal comfort abitativo all’efficienza energetica”. Moderati da Livia Randaccio di Tecniche Nuove, interverranno il Prof. Marco D’Orazio e l’Ing. Elisa Di Giuseppe dell’Università Politecnica delle Marche e l’Ing. Alfonsina Di Fusco di Confindustria Ceramica. La casa mediterranea sfrutta le potenzialità dell’inerzia termica dell’involucro e della ventilazione del tetto, così da isolare d’inverno e raffrescare d’estate. I prodotti in laterizio rispondono egregiamente a queste caratteristiche,  e sono in grado di coniugare isolamento e inerzia, nel caso delle pareti, o riflettanza e ventilazione, nel caso delle coperture.

Fonte Ufficio Stampa  Confindustria Ceramica