L’azienda marchigiana, parte del Gruppo Scavolini, sarà presente con un ampio spazio e un’importante composizione di Icon all’interno del più grande parco agroalimentare del mondo, che aprirà le sue porte il 15 novembre a Bologna.


Ernestomeda ha scelto di aderire – come il Gruppo Scavolini, di cui fa parte – a FICO (Fabbrica Italiana Contadina) Eataly World, il più grande parco agroalimentare del mondo, che verrà aperto al pubblico a Bologna il prossimo 15 novembre.

L’imponente progetto si estenderà su un’area di dieci ettari e racchiuderà “la meraviglia della biodiversità italiana”, sviluppandosi su due ettari di campi e stalle all’aperto e otto ettari coperti che ospiteranno un ampio ventaglio di realtà differenti tra loro: da fabbriche a botteghe, ad aree didattiche e dedicate ad attività ludico-sportive, fino a un Centro Congressi e una Fondazione universitaria.

All’interno di questa vera e propria “cittadella del food”, Ernestomeda disporrà di un’area dedicata, nella quale troverà spazio una grande composizione del programma di cucina Icon, design di Giuseppe Bavuso, perfettamente funzionante e protagonista di un’aula didattica: all’interno dell’area Ernestomeda, infatti, si svolgeranno incontri e verranno ospitati corsi di cucina.

Icon rappresenta il perfetto equilibrio tra funzionalità e design, tra linearità estetica e alte prestazioni tecniche, ed è concepita come spazio dal design minimalista ed elegante, ideale per rispondere alle diverse esigenze di un pubblico dal gusto contemporaneo e raffinato.

La composizione di Icon scelta per FICO Eataly World si contraddistingue per la presenza delle ante AIR realizzate con telaio in alluminio e gres porcellanato con finitura bocciardata. Il modello di cucina è composto da colonne con ante Air – dotate di telaio in alluminio e vetro opaco nero – top, coprifianchi e alzate gres porcellanato con finitura bocciardata e cappa a isola Sail in acciaio satinato.

Completa il progetto di cucina la scaffalatura Medley a parete in alluminio laccato Flat Matt nero Ingo, con ripiani in vetro grigio trasparente e bordo laccato opaco nero Ingo.

“Ci riempie di orgoglio far parte di un progetto così ambizioso, di incredibile portata e unico nel suo genere”, afferma Alberto Scavolini, A.D. Ernestomeda. “A un progetto simile, in grado di ‘abbracciare’ idealmente e completamente l’eccellenza italiana, non poteva mancare il più fervido e convinto supporto da parte della grande famiglia Ernestomeda e di tutto il Gruppo Scavolini”. “Un particolare ringraziamento anche a Inalco ed Electrolux, nostri partners in questo progetto”, conclude Scavolini.