PRENDITI TUTTO IL TEMPORARY CHE TI SERVE.

IL POP-UP IKEA DI PIAZZA SAN SILVESTRO PROLUNGA L’APERTURA FINO AL 6 GENNAIO 2019

In un anno: 420.000 visitatori, 4 milioni di euro di fatturato, 5.600 confezioni di tovaglioli vendute e 800 cucine acquistate in un anno

Aperto solo un anno fa nella centralissima Piazza San Silvestro, il Pop-Up Store IKEA ha conquistato il pubblico romano, tanto da spingere l’Azienda a prolungare l’apertura per altri 9 mesi, fino al 6 gennaio 2019.

Un successo testimoniato dai numeri, raggiunti in un solo anno di attività:

420.000 visitatori
73.600 clienti
4 milioni di euro di fatturato (in una superficie di 250 mq)
50.000 euro il record di vendite stabilito in una giornata
800 cucine vendute (messe una a fianco all’altra corrispondono a una fila di 2 km) e 2.200 pianificate
2.900 euro il prezzo medio delle cucine vendute

L’innovativo format, nato inizialmente per avere una durata temporanea di 4 mesi e poi prorogato, è stato premiato dai consumatori soprattutto per la vicinanza al centro città, la facilita d’acquisto, il livello di servizio. Protagonista rimane il mondo della cucina, dalle proposte per arredarne una completa ai tavoli da pranzo e sedie coordinate, dagli accessori per cucinare a quelli per la mise en place, fino ai tessuti.

Una curiosità, in un anno di attività, sono stati venduti oltre 5.600 confezioni di tovaglioli FANTASTISK bianco, pari ad un enorme tovagliolo di 90.000 mq, 2.305 tazzine da caffè Gottfinnande e 384 set di posate DRAGON (con i pezzi venduti si sarebbe potuto apparecchiare un tavolo di 1 km per 2.300 persone).

La clientela è prevalentemente romana e proviene per lo più dai CAP adiacenti al negozio, ma sono state vendute cucine anche a 31 clienti provenienti da altre città italiane per un valore di circa 50.000€.

IKEA a Roma

L’apertura del Pop-Up Store di Piazza San Silvestro rappresenta un’ulteriore tappa della strategia di IKEA volta alla omnicanalità: l’azienda ha deciso di affiancare al format tradizionale nuovi punti vendita dalle dimensioni più ridotte, con un assortimento selezionato di prodotti e un’attenzione maggiore a tempi, ritmi e necessità dei consumatori. In questo modo, ai clienti viene offerto un bouquet di servizi tra cui scegliere sulla base delle loro esigenze.

Le nuove forme commerciali nella Capitale si vanno ad aggiungere agli store di Anagnina e Porta di Roma, inaugurati rispettivamente nel 2000 e nel 2005.

Qualche numero:

4 negozi
809 co-worker
Il 63% dei co-worker sono donne, il 37% uomini
Il 93% dei co-worker è assunto a tempo indeterminato