Ha funzione di appoggio più che di vera e propria seduta lo sgabello Ryo, disegnato da Enzo Berti.

Elemento defaticante che ha la più ampia versatilità di utilizzo, questo insolito oggetto è l’indiscusso protagonista di tutti i momenti quotidiani di pausa, conversazione o attesa.

Ryo è costituito da una seduta montata su colonna regolabile in altezza, che poggia su una base di soli 28 cm, lievemente basculante.

Il sedile, realizzato in legno massello, ha una chiara vocazione scultorea e svela una ispirazione di stampo etnico-tribale, con forme che recuperano elementi della vita quotidiana dei contadini e delle tribù africane. La forma della seduta, al tatto piacevolmente liscia e levigata, è stata progettata pensando ad un utilizzo estremamente libero, rendendo confortevole l’accesso da tutti i lati.

Poliedrico nella destinazione d’uso, Ryo è la soluzione ideale per un ambiente ufficio improntato alla massima mobilità, per la casa o per luoghi pubblici, come bar, caffetterie, librerie, e ovunque si cerchi un appoggio per riposarsi, stando in piedi.

La versione a muro, in particolare, si presta con efficacia ai luoghi di attesa, anche di grandi dimensioni, quali stazioni di treni, autobus, metro e tram.