Da poco conclusi i festeggiamenti per il 50 esimo anniversario dalla fondazione e i 30 anni di art direction di Piero Lissoni, Living Divani affronta il futuro con la consueta leggerezza, ma con una nuova acquisita consapevolezza.

Se lo scorso anno una grande mostra, un libro e una collezione in limited edition hanno confermato al mondo la maturità della maison brianzola, entrata a pieno diritto tra i nomi storici dell’arredo italiano, l’azienda ricomincia il suo cammino quotidiano, con l’incedere elegante ma deciso che l’hanno resa un punto di riferimento nel panorama del design. Frutto della forte sinergia tra l’Art Director Piero Lissoni e Carola Bestetti, seconda generazione della famiglia proprietaria e figura di riferimento per il talent scouting che contraddistingue il brand, la collezione 2020 è sempre più strutturata, composita e ricercata. Le famiglie esistenti crescono, le idee si espandono, e la visione di bellezza eterea e raffinata del marchio si muove con disinvoltura dal living alla camera da letto, dalla zona pranzo fino all’outdoor, toccando divani, tavoli, poltrone, sedie, tavolini, librerie, contenitori, lampade, complementi, fino ai tappeti e all’oggettistica. Creazioni rigorosamente essenziali ma impeccabili nell’esecuzione, per un vero e proprio mondo “Living Divani” che ha saputo conquistare il pubblico mondiale più sofisticato.

 

Floyd-Hi 2, design Piero Lissoni, 2020

Protagonisti come sempre della collezione i sistemi imbottiti a firma Piero Lissoni. Caratterizzata dal bracciolo incastonato tra schienale e seduta che si ricurva con delicatezza, la famiglia Floyd-Hi 2 nella nuova versione con piedino metallico diventa componibile: forme fluide e rassicuranti che si sviluppano nello spazio a creare la composizione desiderata, per soluzioni dalla grande sobrietà e generosità di seduta. Nuovo classico dalla vocazione contemporanea che si apre alla personalizzazione, alla composizione, alla contaminazione, Floyd-Hi 2 è pensato per portare la sua eleganza ineccepibile, i materiali pregiati, le lavorazioni sartoriali, non solo nelle dimore storiche e nelle case contemporanee ma anche nel contract internazionale più frizzante e sperimentale.

 

Era Scrittoio, design David Lopez Quincoces, 2020

Tra le collaborazioni con giovani designer, anche quest’anno in primo piano quella con lo spagnolo David Lopez Quincoces. Dalla famiglia omonima, lanciata nel 2017 e ampliata nel 2018, nasce Era Scrittoio dalle linee grafiche e dalle studiate combinazioni materiche e cromatiche. Il piano impiallacciato in essenza, i fianchi e il frontale del cassetto colorati, la struttura in tubolare d’acciaio grigio canna di fucile e il piedino in ottone a contrasto creano una composizione armonica nello spazio: un’immagine precisa che ha il suo focus nell’essenziale, ma che non rinuncia a piccoli vezzi. Con Era, David Lopez Quincoces dosa pesi e sperimenta funzioni, per una famiglia dalla silhouette sottile, che non smette di crescere e incantare.