Il landscape design di Paghera definisce l'intervento di progettazione degli esterni di Casa Fantini.

Stile, conoscenza botanica e grande competenza progettuale sono le peculiarità attraverso le quali Paghera regala unicità ad ogni realizzazione.

Uno splendido boutique hotel sul Lago d'Orta, nato dove lo sguardo si perde tra i riflessi dell'acqua. Il piccolo giardino è stato realizzato da Paghera con grande rispetto per la struttura dallo stile estremamente geometrico e contemporaneo, e lasciando grande respiro alla splendida vista sul lago.

Un hotel piccolo e raffinato (9 camere e 2 suites), Casa Fantini, che si trova esattamente a fianco della casa dell’imprenditrice Daniela Fantini, amministratore delegato del brand omonimo. Una persona profondamente legata al Lago d’Orta e all’antico borgo di Pella, dove è nata e cresciuta.

La struttura dell’hotel, il cui progetto appartiene all'Architetto Piero Lissoni, ha uno stile estremamente moderno per materiali e design, andando a contrastare con l’ambiente circostante che invece è estremamente naturale.

Compito del giardino è quello di fare da ponte tra queste due realtà, di inserire l’albergo nel paesaggio, diminuendone l’impatto visivo.

I muri sono quindi alleggeriti con arbusti che vanno a coprirli in parte, ritagliando uno spazio relax vicino alla piccola piscina rettangolare.

Di fronte all’edificio i percorsi pavimentati sono disegnati da aiuole con cespugli bassi, pronti ad ospitare i colori delle fioriture primaverili. Lo spazio si apre poi in un prato che porta fino alla vista sul lago.

Qui gli arbusti più importanti e le piante altofusto privatizzano l’area, proteggendola da sguardi indiscreti.

Le varietà di piante e fiori presenti sono state come sempre attentamente selezionate; uno splendido mix di colori che perdura durante l'anno.

 

Fonte: Ufficio stampa Fabio Luciani