Il Gruppo è il primo in Italia ad adottare una rivoluzionaria pellicola prodotta dalle bottiglie che conferisce massima durevolezza aumentando il ciclo di vita degli arredi

Falzé di Piave (Tv), 09.10.19 – Continua l’impegno di Gruppo Euromobi nella ricerca di materiali all’avanguardia in grado di ridurre l’impatto ambientale e soddisfare l’esigenza di green design. Oggi l’impresa veneta è la prima in Italia a proporre cucine rivestite con Respet®, rivoluzionaria pellicola in pet riciclato che viene dalle comuni bottiglie in plastica. Una scelta che si traduce in un processo di produzione che non impiega combustibili fossili e consente la riduzione di emissioni di co2 del 60%.

Questa straordinaria innovazione non è da considerarsi solo un accessorio, ma una vera e propria filosofia di prodotto, che da un lato rispecchia la vocazione ecologica dell’azienda e dall’altro incontra le richieste dei consumatori, sempre più consapevoli rispetto all’origine dei materiali e al loro ciclo di vita. L’uso di plastica riciclata aiuta infatti concretamente l’ambiente: ogni anno vengono utilizzati 100 miliardi di bottiglie in questo materiale e solo il 14% viene riciclato. Il resto è purtroppo disperso, tanto che si calcola che ogni minuto circa 120.600 bottiglie finiscano in mare e in discarica, impiegando ben 1.000 anni per biodegradarsi. 

Disponibile in tre colori, Respet® è un brevetto di 3B, partner di Euromobil da 15 anni, frutto di un particolare processo produttivo che dalla bottiglia forma un granulo, poi estruso e laminato per diventare un film da applicare sui pannelli che compongono le antine delle cucine Euromobil, di per sé già certificate FSC.

Una soluzione che offre infinite opportunità di applicazione e garantisce la disponibilità dei pezzi di ricambio nel tempo: dopo l’acquisto sarà infatti sempre possibile sostituire un’antina avendo la certezza che si troverà la tinta identica a quella che già si possiede.

Per il Gruppo sono due le caratteristiche imprescindibili che deve avere un prodotto: qualità e durevolezza che, insieme, vogliono dire sostenibilità.

Fonte Ufficio Stampa Euromobil