Materiali pregiati, superfici preziose, accostamenti cromatici raffinati, dettagli unici che identificano sia gli elementi architettonici e le finiture, sia gli arredi e i complementi.

La cura di ogni particolare, che è propria dello stile Turri, si esprime al meglio nell’Hangzhou Shangtang, un progetto che trova posto nel Gongshu District e che ha visto l’azienda italiana completare il primo appartamento campione.

All’interno di un contesto dinamico e in continua evoluzione che sta trasformando il volto della capitale della provincia di Zhejiang, questo progetto di interior, sviluppato interamente da Andrea Bonini per il partner FOR.D, sottolinea la capacità progettuale di Turri e certifica l’attitudine dell’azienda a progettare un arredo sartoriale per ogni specifico progetto: un’ulteriore conferma della capacità di interpretare le esigenze di una committenza di alto livello nello sviluppo di progetti contract, di qualsiasi grandezza e in qualsiasi luogo del mondo, dalla singola villa, al complesso residenziale, fino agli hotel.

Una flessibilità indispensabile in questo contesto di mercato, ma anche un’identità forte che consente a Turri di accogliere le richieste del cliente senza snaturare l’identità e lo stile che le sono propri.

Proprio la contaminazione tra uno stile internazionale e metropolitano, i riferimenti europei e una concezione più orientale della cura del dettaglio hanno originato questo perfetto mix di superfici e arredi, valore aggiunto del progetto.
I marmi chiari con le tinte sabbia e le venature irripetibili, il parquet a posa chevron dai toni caldi, le pelli raffinate delle boiserie, ma anche la preziosità dei piani esprimono la ricerca dell’eccellenza sotto ogni aspetto, che è la vera sfida progettuale in contesti di altissimo livello come quello dell’Hangzhou Shangtang.

Il progetto nel suo complesso è frutto di un approccio contemporaneo che attribuisce il ruolo decorativo all’essenza stessa della materia. Un concept che si traduce in un disegno lineare che fa da sfondo alle forme morbide degli arredi e dei complementi. Ne è un esempio la sequenza di portali che definisce una prospettiva monumentale e che, insieme all’impiego dei marmi, dona classicità ed eleganza all’ambiente. Ancora, le boiserie sono perfetta simbiosi tra un disegno attento all’equilibrio proporzionale e alla scansione modulare delle pareti da un lato, e la capacità di integrare più elementi e materiali dall’altro.

Gli inserti metallici, siano essi dettagli, cornici o profili, sono un fil rouge che si ritrova in tutti gli ambienti della casa, e si esprimono nei riflessi generati dalla luce naturale che entra copiosa dalle ampie aperture vetrate.

Turri ha messo a disposizione il proprio know how progettuale e la propria flessibilità produttiva per realizzare gli arredi su misura e per inserire in un mood organico e uniforme alcune delle sue collezioni, come la sala da pranzo Madison o la linea Noir declinata nel mobile tv, nei tavolini e nei tappeti, o ancora nello studio dove trova posto la poltrona da ufficio Vogue.

Un progetto integrato quindi, nel quale gli arredi fissi come la panca che corre sotto la grande vetrata o la cucina su misura sono stati pensati per migliorare la funzionalità e la vivibilità degli ambienti, un intervento residenziale nel quale le collezioni Turri permettono di aumentare il comfort di chi abita questi spazi e trasmettono tutta la ricerca e la qualità produttiva che sono insite nella storia dell’azienda.

Fonte Ufficio Stampa Cavalleri Comunicazione