Con l’obiettivo di consolidare il dialogo con architetti e interior designer, Arbi Arredobagno - Azienda sinonimo di competenza progettuale, affidabilità e capacità innovativa - debutta per la prima volta ad ARCHITECT@WORK Milano, la manifestazione fieristica focalizzata sull’innovazione e costruita su misura per i professionisti dell’architettura.

La sesta edizione si terrà il 13 e 14 novembre presso MiCo – Fiera Milano Congressi: un evento unico nel suo genere che si rivolge ai professionisti dell’Architettura, presentando i prodotti più innovativi sul mercato, offrendo un ricco programma di seminari, sessioni speciali a tema e l’opportunità di fare networking in un concept espositivo giovane, dinamico e stimolante.

In questa occasione, architetti, interior designer e progettisti avranno modo di apprezzare la collezione Belt disegnata per Arbi Arredobagno da Meneghello Paolelli Associati.

La linea comprende una vasca freestanding e cinque lavabi che si declinano in 4 soluzioni da appoggio dalle forme geometriche elementari – cerchio, quadrato, rettangolo e ovale - e 1 modello da incasso. Realizzati in tekno, materiale durevole, resistente e di elevato pregio, sono caratterizzati da eleganti superfici opache, enfatizzate da un’estetica rigorosa e minimale. Il nome della linea “Belt” nasce dalla particolarità del bordo esterno che appare avvolto e strizzato da una “cintura”; questo dettaglio formale determina una variazione di profondità materica che scaturisce un interessante gioco di luci e ombre. Il volume si alleggerisce e si staglia così verso l’alto, trasmettendo una sensazione di leggerezza e di raffinata pulizia estetica.

Espressione della naturale propensione al design che caratterizza tutte le proposte Arbi Arredobagno, la collezione Belt riconferma lo stile unico, la qualità 100% made in Italy e la forza innovativa del Brand. Con una filosofia improntata all’eccellenza produttiva, l’Azienda si rivolge costantemente a un utente attento e sempre alla ricerca di nuove soluzioni, all’insegna del massimo benessere nella stanza da bagno.

ARCHITECT@WORK rappresenta per Arbi Arredobagno un’importante occasione per presentarsi agli studi di architettura e agli operatori del settore contract come un interlocutore affidabile e all’avanguardia, capace di rispondere a ogni esigenza funzionale ed estetica, rendendo ogni progetto su misura unico e caratterizzante.

Arbi Arredobagno ad ARCHITECT@WORK – stand 60 

www.arbiarredobagno.it

ARBI ARREDOBAGNO

Nata nel 1987 all'interno del gruppo Atma, Arbi è diventata negli anni un punto di riferimento nel settore arredobagno, differenziandosi dai competitor soprattutto per ricerca e innovazione. Design esclusivo, ricerca stilistica e tecnologie all’avanguardia hanno da sempre guidato l'Azienda nella propria produzione, di altissimo livello ed espressione del Made in Italy più puro, frutto di un profondo know-how che si esprime come sintesi di esperienza artigianale e avanzata tecnologia produttiva.

Una produzione capace di interpretare con stile inconfondibile un’ampia gamma possibilità compositive, grazie alla grande quantità di soluzioni arredative a catalogo: materiali, accessori e complementi disegnano un’offerta al servizio della bellezza stilistica, della funzionalità e della qualità. I modelli proposti sanno infatti interpretare con originalità ogni ambiente bagno, rispondendo alle esigenze di ottimizzazione degli spazi disponibili, senza trascurare dettagli e accessori in grado di personalizzare e rendere originale ogni soluzione.

Caratteristica peculiare di Arbi è la completa autonomia produttiva, altamente meccanizzata, all’interno dello stabilimento di Brugnera (PN). I notevoli investimenti che negli anni l’azienda ha applicato alla ricerca e all’innovazione tecnologica hanno permesso di ottimizzare tempi e costi, migliorando gli standard qualitativi e garantendo un ottimo rapporto qualità prezzo dei prodotti. Sistemi software di ultima generazione rendono possibile il monitoraggio completo dell’intero ciclo produttivo dall’ordine alla consegna.

Con un fatturato di 29 milioni di euro, derivante per il 91% dal mercato italiano, Arbi conta 110 dipendenti e arriva a produrre circa 450 mobili al giorno.

 Fonte Ufficio Stampa Studio Roscio