MOHEBBAN Milano conclude la sua partecipazione a Maison&Objet 2019 con grande riscontro di pubblico che ha potuto apprezzare sia EDITIONS (le collezioni nate dalla collaborazione con designer) sia COLLECTIONS.

Di quest’ultima, la serie di tappeti pensata e disegnata da un team interno all’azienda, è LOFT Abstract a suscitare particolare interesse. Tappeti che reinterpretano e attualizzano antichi decori in una visione astratta dove i colori, pacati o sgargianti, come su una tela, si compongono in una apparente casualità creando giochi di luce dalle infinite tonalità.

 

Mohebban Milano è un brand che ha saputo conquistare il pubblico internazionale per l’ampia proposta, la trasversalità dei decori e la flessibilità produttiva. Giunto alla terza generazione i fratelli Daniel e Michael fatta propria la tradizione tessile del paese d’origine, l’Iran, hanno basato la produzione in India e Turchia, luoghi di eccellenza produttiva per realizzare pattern preziosi e complessi. Un vero laboratorio artigianale per garantire alta qualità.

Ricordiamo le cinque collezioni EDITIONS:

NOMADISMI, design Elena Caponi

Suggestioni, racconti e forme si incontrano creando tappeti ricchi di contrasti cromatici e materici. Amuleti di viaggio tenuti insieme da un lungo filo che svela un cuore centrale richiuso da una nappa.

 

PLANO, design Miguel Reguero

Un’interpretazione architettonica di una visione personale sulla città di Milano, una città con una vita segreta e nascosta all’interno di splendidi palazzi, edifici con incredibili cortili interni, diversi e unici, accessibili solo per alcuni privilegiati.

 

PROFUMO, design Marta Giardini

Vibranti tonalità di colore in seta di bamboo e morbida lana disegnano soggetti d’ispirazione botanica attraverso un’antica lavorazione artigianale.

 

SOMBRA, design Miguel Reguero

La collezione di tappeti e cuscini celebra l’incontro tra architettura e natura. La geometria razionale e lineare in contrasto con la libera disposizione della materia.

 

TERRAZZE, design Elena Caponi

Elena Caponi guarda alla metropoli con lo sguardo di un’abile fotografa. La sua prima passione poi tralasciata per lasciar spazio ad altre avventure. Dalla sua ricerca emergono sei luoghi urbani, definiti da astrazioni e colori unici, trasposti in tessuto e impunture

 

 

 

Clara Buoncristiani PR Boutique Firm s.r.l.