Erika, modello considerato da sempre un best seller di ARAN Cucine, è stato oggetto di un importante restyling in vista dell’appuntamento più importante del settore, quello con EuroCucina 2020.

Le ultime tendenze dell’arredamento suggeriscono principi semplici e razionali: le soluzioni devono essere funzionali e versatili, le linee pulite e rassicuranti, i colori neutri ed eleganti. Per incontrare tutti i gusti e rispondere alle diverse esigenze di mercato, è importante proporre modelli personalizzabili, capaci di adattarsi a qualsiasi contesto abitativo.

Il catalogo di Erika si arricchisce quindi di nuovi elementi trasformando il modello in un vero e proprio ‘sistema di arredo’, con soluzioni modulari e oltre 41 finiture per consentire ad ognuno di esprimere al meglio il proprio stile.

Una composizione dal sapore minimal, pensata per agevolare i movimenti di chi la vive e garantire la massima ottimizzazione dello spazio senza rinunciare al design, prevede una grande isola polifunzionale, colonne e sistema a spalla. Per creare un gioco di volumi pieni e vuoti i grandi e capienti elementi contenitivi si alternano a moduli aperti, decorativi e subito accessibili. Le ante Jhon in alluminio nero con vetro fumé grigio alleggeriscono visivamente la struttura del blocco isola, dotato del nuovo Move-it snack: un piano mobile che scorre lungo la diagonale e che può fungere da tavolo da pranzo per poi essere riportato a filo dell’isola, limitandone l’ingombro.

Ma la grande novità consiste nell’introduzione di elementi dalle linee morbide e circolari. La versione più sinuosa di Erika si caratterizza infatti per soluzioni creative ed ergonomiche: il disegno rigoroso delle colonne - con la nuova maniglia verticale - e i pensili abbinati alla libreria Fill si armonizzano con la penisola curva, le cui ante tondeggianti ne favoriscono una più comoda fruizione, donando alla composizione un aspetto avvolgente, quasi rassicurante.

Pur rispettando il principio del ‘less is more’, ormai imperante nel mondo del design, ARAN Cucine torna a introdurre linee circolari che nella loro simbolica capacità di raccontare la convivialità, l’inclusività e la familiarità, parlano al cuore e confermano i valori insiti nel DNA dell’azienda abruzzese.

Fonte Ufficio Stampa Cavalleri Comunicazione