Quattro collezioni di cucine a legna, un modo “green” per cucinare e riscaldare contemporaneamente.
Cucinare con risultati da chef e nello stesso tempo riscaldare la casa in modo più ecologico ed economico?

La cucina a legna è la risposta. Ormai lontane dallo stereotipo della “cucina della nonna”, le cucine J.Corradi sono la soluzione perfetta per tutti colori che vogliono combinare insieme “cucina” e “riscaldamento”.

Una cucina che permetta nello stesso momento di riscoprire antiche tecniche di cottura e di scaldare la stanza in cui è installata, oppure l’intera casa, utilizzando il combustibile più economico ed ecologico in natura: la legna. Una cucina che sia contemporaneamente uno scenografico oggetto d’arredo, freestanding oppure ad incasso, e una vera macchina da riscaldamento. Una cucina, infine, che si possa utilizzare a legna d’inverno, ma anche a gas/elettrico d’estate. E’ la cucina a legna di J.Corradi, risultato di una continua ricerca dell'eccellenza tanto nei materiali quanto nelle tecniche di cottura.
Nelle cucine Corradi non si accetta nessun compromesso. I materiali devono essere di altissima qualità, per garantire ad ogni dettaglio solidità e durata nel tempo. Si scelgono spessori importanti per tutte le componenti in metallo, che sono sempre in acciaio inossidabile, fusioni di ghisa oppure ottone, cromato o anticato, per la massima resistenza all'uso. I focolari devono essere profondi e rivestiti di un refrattario della massima qualità, per controllare al massimo la combustione ed evitare di effettuare continue ricariche di legna.

 

Per cucinare
Le cucine J.Corradi esistono nelle varianti solo legna (L), combinate a legna, gas, elettrico (LGE), oppure solo gas/elettrico (GE).
I modelli L e LGE nascono per riscoprire le antiche tecniche di cottura a legna, che regalano ad ogni pietanza gusti e sapori assolutamente impareggiabili rispetto alla cottura a gas o con strumenti elettrici.
La robusta piastra in ghisa radiante, posizionata direttamente sopra l’ampio braciere, ha uno spessore importante (8 millimetri), e questo gli consente di mantenere la temperatura più a lungo, perfino quando la fiamma è ormai spenta. Sugli anelli, dove la temperatura è più alta, si possono effettuare le cotture più rapide, mentre sui lati il calore è diffuso, perfetto per le cotture lente, come i risotti, i brasati, le salse. Una vasca per l’acqua calda è fornita come optional, per avere un liquido alla giusta temperatura sempre a disposizione mentre si cucina.


Il forno a legna ha dimensioni generose (58 o 45 litri) ed è rivestito di materiali refrattari di altissima qualità, per mantenere la temperatura interna costante ed omogenea. La temperatura interna si può controllare attraverso il termometro posto frontalmente, mentre, nel modelli predisposti, è possibile anche regolare l’intensità del fuoco attraverso una pratica manopola che aumenta o diminuisce la quantità d’aria presente nel braciere. Con braci e fiamma vive si raggiunge la temperatura ideale per cuocere pane e pizze, mentre con fiamma moderata o addirittura a braci spente, è possibile portare a cottura le pietanze che hanno bisogno di tempi lunghi e temperature più dolci, come arrosti, verdure, torte. Sono disponibili guide estraibili come optional per tutti i modelli.

Le cucine combinate (LGE) e a gas/elettrico (GE) includono elettrodomestici progettati appositamente da J.Corradi (nel modello Neos è possibile integrare a piacimento anche elettrodomestici di altri produttori). Permettono di sperimentare le tecniche di cottura più diverse e di utilizzare il prodotto tutto l’anno, estate compresa. Dai forni (statico da 45 litri e multifunzione da 84 o 53 litri) ai piani cottura a gas ed elettrici (piano vetroceramico, piano ad induzione, piano barbecue, piano fry-top), tutti i materiali sono di prima qualità per garantire praticità d’uso e lunga durata nel tempo.
I piani cottura gas o elettrici prevedono diverse combinazioni per soddisfare le più disparate esigenze d’uso.

 

 

Per riscaldare
Le cucine J.Corradi rappresentano una soluzione ottimale tanto per le performance a livello di cottura, quanto nel settore del riscaldamento ecosostenibile. Mentre portano a cottura le pietanze scegliendo di volta in volta la tecnica più adatta, riscaldano piacevolmente la stanza in cui sono installate e, nella versione Thermo, possono anche produrre acqua calda per i termosifoni di tutta la casa o per l’impianto di riscaldamento a pavimento.
I materiali refrattari di alta qualità ed il preciso controllo della combustione consentono rendimenti davvero interessanti, fino al 78-80%. In questo modo, anche i modelli più piccoli da 60 cm possono riscaldare una stanza di circa 70 metri quadri, mentre i più grandi in versione “thermo” arrivano a 200 metri quadri.
Il focolare, particolarmente profondo (40-50 cm), permette di inserire anche ciocchi di legna di grandi dimensioni ed è progettato per sfruttare al meglio la cosiddetta tecnica del “fuoco continuo”. La cucina, infatti, può continuare a scaldare per lungo tempo senza bisogno di continue ricariche e le braci restano accese fino ad oltre 6 ore dall’ultima carica.

 

Finiture e varianti
Le cucine J.Corradi sono le uniche sul mercato a presentarsi in ben 4 famiglie, diverse per gusto, tipologia dei rivestimenti e forme. Ogni famiglia mantiene la versatilità d’uso e la qualità dei materiali, che rappresenta il DNA dei prodotti dell’azienda.

Country: dettagli raffinati, finiture di pregio, e tutte le funzioni per cucinare da chef
Neos: essenziale nelle linee e nelle forme, perfetta per gli ambienti più contemporanei
Borgo Antico: l’intramontabile fascino della ceramica, da combinare in infinite varianti
Rustica: uno stile sobrio ed elegante, adatto a tutti gli ambienti, con ampie porte vetro.

 

L’azienda Fondata alla fine degli anni Settanta da Giuseppe Corradi, l’azienda Corradi Cucine Srl ha sede produttiva in provincia di Verona, a Villafranca. Alla fine del 2012 è stata acquisita da MCZ Group, uno dei principali player europei nel settore del riscaldamento a biomassa