Lapitec per la nuova cucina firmata L’Ottocento
Legno e pietra celano tecnologie innovative e nuovi spazi operativi

Per le sue soluzioni 2020 L’Ottocento, manifattura specializzata nella realizzazione di cucine artigianali, ha immaginato un’atmosfera calda ed elegante che si esprime attraverso l’uso di materiali naturali, come legno di noce e Lapitec.

Le novità - un’isola cucina, un sistema di boiserie, una madia e nuovi sgabelli - sono un tributo all’estetica italiana che vede in sintonia elementi classici e ispirazioni contemporanee, con una spinta al futuro data da tecnologie avanzate e nuove soluzioni organizzative. La configurazione dello spazio è attuale, dominata da un blocco centrale fornito di piano snack, di un lavello incassato in pietra sinterizzata e da un piano a cottura a induzione, invisibile alla vista perché inserito al di sotto del top in Lapitec. Tutto è studiato in modo da offrire le massime prestazioni, senza contaminare la pulizia formale del modulo, per un elegante effetto monolitico.

L’unicità del nuovo progetto d’arredo L’Ottocento è infine definita anche dalla scelta della boiserie a rivestimento del nuovo sistema a parete Atlante, che contiene gli elettrodomestici e la dispensa; negli spazi living può infine includere anche elementi libreria o porte verso altri ambienti della casa.

Lapitec è un materiale 100% naturale creato con un procedimento brevettato per il compattamento di polveri minerali, mediante cottura ad alta temperatura, senza l’impiego di resine o altri derivati del petrolio. Igienico e ultra-resistente, è perfetto per il contatto con i cibi e garantisce elevate prestazioni e durata, oltre che un appeal sofisticato e caldo.

web: lapitec.com
web: lottocento.it

 

Fonte: DesignFever