Si chiamerà “FaramLab” la nuova divisione dedicata al contract dell’azienda leader nella progettazione e realizzazione di soluzioni d’interni per ufficio. L’obiettivo è di sviluppare progetti chiavi in mano con una vocazione globale e con la qualità di una filiera Made in Italy

Operare nel contract a livello internazionale mantenendo una filiera Made in Italy, che assicuri eccellenza nella realizzazione di progetti chiavi in mano negli ambiti retail, hospitality, residential e special projects. È con questa visione in mente che Faram 1957, azienda leader nelle soluzioni d’interni per ufficio, ha deciso di aprire una propria divisione Contract.

Un segnale importante dall’azienda che ha come mission proprio il farsi generatrice di spazi per il vivere e il lavorare e che sta registrando una crescita significativa in termini di fatturato e di EBITDA rispetto al 2017.

La nuova divisione, che è stata affidata alla guida di Simone Feltre manager con rilevanti esperienze nel settore, dovrà essere capace di rispondere alle esigenze del mercato globale, offrendo un servizio di full customer service a progettisti, studi di architettura, developer di progetti immobiliari, general o interior contractor.

“La decisione di aprire una nostra divisione Contract è nata dalla necessità di essere sempre più competitivi in un mercato veloce e fluido” afferma Massimiliano Giacomelli, CEO di Faram 1957 “FaramLab godrà di tutta l’expertise di un brand dall’importante storicità e dalla grande capacità progettuale. Metteremo in campo il nostro patrimonio di conoscenze, lavorando molto su servizio e qualità, per creare quel valore aggiunto che il cliente finale si aspetta”.

Completa assistenza, dunque, lungo tutto il processo: dalla consulenza con analisi del progetto e studio di fattibilità alla progettazione esecutiva con campionatura dei materiali e mockup in scala 1:1, dalla logistica al montaggio all’assistenza tecnica anche in post vendita, oltre alla realizzazione di arredi customizzati, da sempre punto di forza di Faram 1957.

Forte di una rinnovata solidità finanziaria e manageriale l’azienda sta, infatti, proseguendo nel piano di espansione in Italia e all’estero e ha avviato collaborazioni con Atradius, Sorgenia, Siemens e Cameo. In cantiere ci sono importanti progetti con Kuwait University, Irideos e AMC. Fra i mercati target per Faram 1957, oltre all’Italia, vi sono Francia, Germania, Regno Unito, Russia e Medio Oriente. Con la nuova divisione Contract, Faram 1957 si misurerà con nuovi competitor sia sul mercato europeo, che su quello internazionale, ma è pronta a raccogliere la sfida e ad esportare l’eccellenza realizzativa del territorio e il lifestyle italiano nel mondo.

 

Fonte: Ufficio Stampa Digital Mind