Duplice presenza per Foscarini alla Stockholm Design Week 2018: una speciale installazione di Andrea Anastasio verrà presentata nella sede dell’Ambasciata Italiana in Svezia, mentre alcuni dei modelli più rappresentativi della collezione sono stati scelti per “Ratatouille”, lo speciale allestimento firmato da Luca Nichetto per la Stockholm Fair & Light per il Design Bar e il Design & Architecture Talks.

Protagonista di Shadowline, l’installazione presentata all’Ambasciata, è la lampada FILO, eletta miglior prodotto di Euroluce 2017 con l’assegnazione del Salone del Mobile.Milano Award. Il progetto di Anastasio intende narrare la forma della luce attraverso le sue ombre, in un percorso che accompagna gli ospiti nei diversi spazi, fino ad approdare nella sala da pranzo, trasformata per l’occasione in una grande “natura morta” barocca.

“Le finestre della residenza sono saturate da teli sui quali alcuni fari led evidenziano le silhouettes di alcune lampade iconiche di Foscarini”, racconta Anastasio. “Le finestre diventano viste su immaginari interni di altre case, in un ribaltamento prospettico e spaziale.”

Nella sala da pranzo, appositi piedistalli sostengono alcune lampade Filo da tavolo, collocate al centro di nature morte seicentesche appese alle pareti. “Ho voluto trasformare i dipinti in aure pittoriche delle lampade, trasportandole, al tempo stesso, in un’altra dimensione percettiva.”

Nella stessa sala, in dialogo diretto con i dipinti raffiguranti le nature morte, si trovano alcuni oggetti da tavola, a comporre dei “trionfi” barocchi, ottenuti dall’ intreccio e dalla lavorazione dello stesso cavo elettrico che caratterizza Filo. 

Foscarini è presente con le sue lampade anche in Fiera, dove Luca Nichetto è stato chiamato a reinterpretare gli spazi del Design Bar and Design & Architecture Talks.

“Per la prima volta i due spazi sono riuniti”, spiega Nichetto, entrando nei dettagli del suo progetto Ratatouille. “Abbiamo creato uno spazio che combini le due aree in un modo inaspettato, accogliendo suggestioni da differenti epoche storiche, per un risultato estremamente contemporaneo. I visitatori vengono immersi in un ambiente che spazia dai classici della cinematografia alle arene romane, tra Stonehenge e I giardini francesi, con un tocco di science fiction e un riferimento a comic book series.”

Una vera e propria “madeleine” concettuale, con elementi che possano parlare in modo differente e personale ad ogni visitatore, evocando memorie, sensazioni, emozioni. I modelli scelti sono Plass, disegnata dallo stesso Nichetto, in differenti versioni –da tavolo o nella versione originale della sospensione, nella misura più grande, oppure in una composizione di sospensioni, scelte nella dimensione media -, Lumiere di Rodolfo Dordoni, in versione XXL e XXS, e Satellight, firmata da Eugeni Quitllet.

“La nostra presenza, così articolata, a Stoccolma racconta l’ecletticità del mondo Foscarini e della nostra collezione”, sottolinea Carlo Urbinati, presidente di Foscarini, “caratterizzata da modelli dalla forte personalità, che ispirano e lasciano il segno, grazie a materiali, colori, forme e stili differenti.”

Azienda italiana di riferimento nel panorama internazionale dell’illuminazione decorativa, Foscarini ha creato, nel corso di oltre 35 anni, vere e proprie icone di design, in collaborazione con designer protagonisti della scena contemporanea. Foscarini trasmette con i suoi prodotti il calore e le emozioni della migliore manualità artigianale, esprimendo allo stesso tempo una innovativa e continua ricerca nel campo dei materiali e delle tecnologie, per creare illuminazioni originali e coinvolgenti, in relazione con le persone e con l’architettura.

Libera, appassionata, non convenzionale, Foscarini in linea con la propria filosofia ha fondato e promuove anche il progetto editoriale Inventario, un magazine totalmente indipendente che getta uno sguardo illuminato sul mondo del design e svolge un compito di laboratorio per ulteriori iniziative di alto valore culturale, tra cui il recente progetto “Maestrie”, dedicata all’abilità artigianale da cui nascono alcuni modelli iconici.