L’arte di illuminare gli spazi abitativi sfruttando la luce del sole: KE presenta Screeny BOX, la nuova tenda a rullo a scomparsa applicabile a monoblocco termoisolante.

Il comfort visivo è un parametro fondamentale del comfort abitativo: lo sa bene KE, che grazie al sistema Screeny – ideale per la schermatura esterna di finestre e facciate continue – risponde ai canoni del Daylighting, la cultura del progettare architetture aperte alla luce e attente ai materiali delle superfici massimizzando il comfort visuale e riducendo il consumo energetico.

Screeny BOX è la novità 2018 che completa la gamma Screeny di KE, come somma dell’alta tecnologia industriale sviluppata negli anni dall’Azienda e della ricercatezza del suo design tutto italiano.
Si tratta di una tenda a rullo a scomparsa, progettata per essere installata su monoblocchi termoisolanti e dotata di guida ad incasso con ZIP, che - unita all’utilizzo di tessuti tecnici -regola l’apporto di energia solare.

Screeny BOX è dotata di un sistema di fissaggio rapido coperto da brevetto: una soluzione con nicchia a scomparsa dall’ingombro ridotto e dal minimo impatto estetico, che risulta particolarmente indicata nelle installazioni dove è importante il connubio tra design, funzionalità e risparmio energetico. Il prodotto è composto da elementi che ne permettono una facile installazione e un rapido accesso in fase di manutenzione.

A installazione effettuata la tenda risulta completamente a scomparsa lasciando il foro finestra libero da ogni impedimento. Il prodotto può essere confezionato con una vasta gamma di tessuti, dalle svariate caratteristiche tecniche e cromatiche. Il sistema viene fornito di serie con un sistema motorizzato dalle ampie possibilità di connessione a sistemi domotici.

Nato dal costante impegno nella ricerca e nell’innovazione di KE, Screeny BOX è un sistema versatile che si integra perfettamente nelle architetture moderne e che, adattandosi ai principali sistemi monoblocco per l’isolamento termico, garantisce performance impeccabili e standard elevati.

 

Fonte: Ufficio Stampa Gagliardi & Partners